Niente confronto Gallenga-Cuccurullo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1716

CHIETI. Ore 11 alla Facoltà di Medicina, a Chieti. Ore 13, a Viale Pindaro, Pescara. L'atteso incontro-dibattito tra Cuccurullo e Gallenga, i due candidati Rettori della d'Annunzio, si farà domani mattina, proprio il giorno prima delle operazioni di voto che sono previste per mercoledì 13.
Colpo di scena?
Il rettore uscente Franco Cuccurullo aveva escluso, non più tardi di tre giorni fa, la possibilità di dare un seguito alla richiesta del professor Pier Enrico Gallenga che in una lettera aperta gli aveva chiesto un incontro per illustrare i due programmi e per un confronto alla presenza del personale docente ed amministrativo.
Poi, dopo la presentazione alla stampa del suo programma per il rilancio dell'Università come attore “pensante” e propositivo per il territorio, Gallenga era volato a Parigi dove lo aspettava una Commissione europea per la valutazione degli oculisti, della quale è membro prestigioso da diversi anni.
Al ritorno la sorpresa: domani mattina il dibattito ci sarà e stavolta da commissario esaminatore Gallenga passerà al ruolo di candidato.
Per Cuccurullo una vigilia per riorganizzare il suo programma che esiste, come ci ha dichiarato, ma che avrebbe voluto rendere pubblico ad elezione avvenuta.
Aver anticipato i tempi potrebbe essere spiegato come una forma di cortesia verso il suo competitore, ma anche una dimostrazione che non si sottrae al dibattito in questa strana campagna elettorale, dove lui non è candidato ufficiale, ma proposto da molti presidi,e dove Gallenga ha cercato di far affermare una candidatura dal basso, sostenuto com'è da un Comitato che ha elaborato un programma.
Due stili a confronto, con un vincitore che sarà noto mercoledì sera.
s.c. 11/05/2009 10.57

SALTA CONFRONTO

Non ci sarà il confronto come pensavamo di aver capito al telefono chiedendo conferma.
«Il Rettore uscente», ha chiarito in tarda mattinata Gallenga, «ha rifiutato la mia proposta per un democratico e civile confronto fra noi due candidati davanti al corpo elettorale del nostro Ateneo, confronto da tenersi martedì 12, alla vigilia del voto. Pensavo di avergli rivolto una proposta che avrebbe accettato con ovvia sollecitudine, invece la sua risposta è stata negativa. Ma in questi ultimi giorni il Rettore uscente ha fatto anche delle affermazioni a dir poco sconcertanti, che non posso lasciar passare senza un commento (fatti
salvi i rapporti personali, immodificati e immodificabili)».
All'incontro ci sarà dunque solo gallenga.
Anche Cuccurullo ci ha raggiunti telefonicamente e ci ha informato che lui, già l'8 mattina, poco dopo le otto, «risposto all'amico Pier Enrico per dirgli che gli augurava di parlare serenamente con gli altri possibili candidati alla carica di rettore, ma che lui non ci sarebbe stato».