Lavori non finiti in Piazza Carafa. Di Primio interroga il Sindaco Ricci

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

673

CHIETI. Dibattito acceso tra Umberto di Primio (An), vicepresidente del Consiglio Comunale di Chieti ed il sindaco Francesco Ricci sulla questione relativa i lavori di ristrutturazione della delegazione comunale sita in Piazza Carafa.

Sullo stesso argomento il vicepresidente aveva già depositato una interrogazione per conoscere lo stato dei lavori a fine dicembre 2007, discussa in aula il 16 gennaio 2008.
In quel testo Di Primio aveva sottolineato i ritardi dell'opera di ristrutturazione nonostante, dopo il fermo dell'ottobre 2005, nel gennaio 2007 il capogruppo di Alleanza Nazionale aveva già presentato una interrogazione per conoscere entro quali termini temporali sarebbero dovuti terminare i tempi di lavoro in Piazza Carafa.
Nel gennaio 2008 Luigi Febo, assessore ai Lavori Pubblici, aveva riferito in aula che sarebbe stata fatta un'unica gara di appalto con due importi ben distinti con l'obiettivo, secondo le intenzioni, di portare a termine i lavori secondo un cronoprogramma che sarebbe stato portato all'attenzione dei consiglieri.
Di Primio, però, sottolinea che le parole dell'assessore Febo non hanno avuto seguito nei fatti: «ad un anno dalle parole dell'assessore ai Lavori Pubblici l'edificio che ospitava la delegazione comunale a Piazza Carafa si trova ancora nello stesso identico stato. I lavori, tutt'oggi, non sono andati avanti».
«Chiedo dunque al Sindaco Ricci» - conclude il vicepresidente - «se è stata bandita la gara d'appalto cui ha fatto riferimento l'assessore Febo nel gennaio 2008 e se, qualora fosse stata bandita, a quale ditta sono stati affidati i lavori ed entro quanto gli stessi dovranno essere conclusi. Importante sarebbe sapere se il costo della ristrutturazione è uguale a quello preventivato»

Andrea Sacchini 09/05/2009 9.15