Rinvenuta bomba vicino stazione: domenica mattina sgombero per 2600 persone

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

11878

PESCARA. Una bomba della Seconda guerra mondiale trovata in via Celestino Spiga (vicino a Via Raffaello Sanzio), in un cantiere della ditta D’Andrea. LEGGI L'ORDINANZA * ECCO LE ISTRUZIONI DA SEGUIRE PER I RESIDENTI
PESCARA. Una bomba della Seconda guerra mondiale trovata in via Celestino Spiga (vicino a Via Raffaello Sanzio), in un cantiere della ditta D'Andrea.
LEGGI L'ORDINANZA



* ECCO LE ISTRUZIONI DA SEGUIRE PER I RESIDENTI


Si tratta di una bomba d'aereo da 600 libbre di origine americana. Andrà probabilmente evacuato un intero quartiere che conta 2600 abitanti. I maggiori problemi saranno per la vicina ferrovia.

Le grandi dimensioni della bomba obbligano a far sgomberare tutti i cittadini nel raggio di 300 metri.
E per questo nelle prossime ore saranno diramate informazioni dettagliate dalla prefettura.
L'ordigno è stato messo in sicurezza dopo un primo sopralluogo del 20 aprile scorso effettuato dagli artificieri militari.
La polizia presidia il cantiere 24 ore su 24 da un mese e mezzo con una volante e due agenti. L'ordigno è una delle bombe più grandi che un aereo potesse trasportare all'epoca.
Le dimensioni sono di 120 cm per 43. Probabilmente l'aereo planò lì dove prima non c'erano case e la bomba non esplose. Al momento è coperta dalla terra e per motivi di sicurezza tutti sono tenuti a distanza.
Il cantiere è il Parco dei Musici dove prima sorgeva un campetto in cui i ragazzi giocavano a calcio.
«L'operazione di disinnesco- scrive la Prefettura al Comune di Pescara - con rimozione della spoletta deve avvenire sul luogo di rinvenimento».


Visualizza BOMBA PESCARA VIA CELESTINO SPIGA - GLI APPARTAMENTI DA SGOMBERARE in una mappa di dimensioni maggiori

La bomba, invece, verrà fatta brillare in un'area diversa, «idonea allo scopo» che probabilmente è situata a Manoppello dove l'ordigno verrà trasportato «con tutta celerità».
Dovranno essere evacuati anche il Conservatorio Musicale e il palazzo dell' “ex Municipio di Castellammare”.
Non sarà facile gestire una vera e propria «emergenza» come l'ha definita la Prefettura nella comunicazione interna inviata al Comune di Pescara.
La notizia sta impegnando e preoccupando non poco le istituzioni che si stanno organizzando.
Potrebbero essere i tecnici del Palazzo di Città a dover operare insieme ai vigili del fuoco e gli artificieri.
La Prefettura ha convocato in riunione tutti gli enti per definire «congiuntamente» le rispettive competenze e le decisioni da adottare per affrontare l'intervento in sicurezza.
La riunione è stata fissata per questo pomeriggio alle 16,30 al II piano della Prefettura.
«C'è necessità di prendere impegni e decisione» scrivono dalla Prefettura.
Sono chiamati a partecipare anche i rappresentanti delle reti di distribuzione come l'Enel, l'Aca, la Telecom e la società del gas.
Dal summit pomeridiano dovrà uscire un piano operativo per mettere in sicurezza gli abitanti durante le operazioni di disinnesco e dare una tempistica dell'intervento. Le perplessità più forti su come operare sono quelle che attengono al traffico ferroviario. Infatti l'ordigno è molto vicino al tracciato ferroviario.
Probabilmente sarà messa al vaglio la possibilità di intervenire senza fermare il traffico Nord Sud.

DOMENICA SARA' FATTA BRILLARE


Sara' effettuato domenica mattina, a partire dalle 8, l'intervento per neutralizzare e far brillare la bomba.
Per eseguire questo intervento sara' necessario evacuare, come previsto, la zona per un raggio di 300 metri, e saranno coinvolte le forze dell'ordine, la protezione civile e i soccorsi.
Ci si attivera' per sistemare tutte le persone che vivono nella zona e l'evacuazione prendera' il via dalle 6 del mattino.
Le operazioni dovrebbero durare 5 ore. Prima si provvedera' a togliere le spolette, poi l'ordigno sara' caricato su un camion e sara' fatto brillare a Manoppello, in una cava.
Saranno interrotti il traffico veicolare, quello ferroviario e anche quello aereo.


Manuela Rosa 07/05/2009 13.45



[pagebreak]

ECCO LE ISTRUZIONI DA SEGUIRE PER I RESIDENTI

Nella giornata di domenica 10 maggio si svolgeranno le operazioni di rimozione dell'ordigno bellico. Di seguito le istruzioni del Comune.

Al più tardi entro le ore 8.00, i residenti nelle seguenti vie dovranno lasciare la propria abitazione:
• Viale Bovio, civici 2 – 166 (solo pari) / 1 – 219 (solo dispari)
• Via Caduti su Lavoro, civici 2 – 44 (solo pari)
• Via M. Castagna, civici 2 – 26 (solo pari)
• Via Masaccio, civici 1 – 31 (soli dispari)
• Via Michelangelo, civici 2 – 88 (solo pari)
• Viale L. Muzii, civici 2 – 48/4 (solo pari) / 1 – 11 (solo dispari)
• Via Pizzoferrato
• Via del Santuario, civici 1 – 57 (solo dispari) / 68 – 70
• Via Raffaello Sanzio, civici 14 – 48 (solo pari) / 13 – 35/2 (solo dispari)
• Via T. Acerbo TUTTI I NUMERI
• Via Beato Angelico TUTTI I NUMERI
• Via Botticelli TUTTI I NUMERI
• Via D. Bramante TUTTI I NUMERI
• Via Campo Imperatore TUTTI I NUMERI
• Via Canova TUTTI I NUMERI
• Via Giotto TUTTI I NUMERI
• Via Monte San Rocco TUTTI I NUMERI
• Via Monti Ausoni TUTTI I NUMERI
• Via Monte Ernici TUTTI I NUMERI
• Via A. Saffi TUTTI I NUMERI
• Via Tiziano TUTTI I NUMERI
• Via C.D. Spiga TUTTI I NUMERI
• Via L. Da Vinci TUTTI I NUMERI
Le persone malate, diversamente abili, con problemi di mobilità di qualsiasi tipo possono richiedere aiuto ed assistenza per abbandonare la propria abitazione chiamando il numero 085/4289499 della Asl di Pescara.
Il rientro delle persone non potrà avvenire prima del termine delle operazioni (presumibilmente entro le ore 13.30), che sarà opportunamente comunicato alla cittadinanza anche per mezzo di avvisi diramati da Polizia Municipale e Protezione Civile.
Contestualmente si provvederà alla chiusura di tutte le attività commerciali, compresi i distributori di benzina (anche gli automatici) nell'area interessata dalle operazioni di bonifica e fino al termine delle stesse.
Durante la fase di messa in sicurezza dell'ordigno nessuna persona potrà accedere e transitare all'interno dell'area interdetta.
La popolazione interessata durante il periodo di evacuazione verrà assistita nei punti di raccolta allestiti presso:
- Strada Parco
- Parco di Villa Sabucchi
- Lungomare nord
- Sede quartiere Castellammare
- Parco Villa Basile in via Colle Marino
Il Comune ricorda inoltre che nella zona interessata sarà sospesa la fornitura di energia elettrica a partire dalle ore 8.00. Al riguardo si invitano tutti i cittadini, prima di lasciare la propria abitazione, a chiudere i rubinetti dei gas dei singoli apparecchi nonché piano di cottura, scaldabagno e caldaia. Si invita a spegnere le luci e il rubinetto del contatore del gas.
Tutti i cittadini e residenti nella zona interessata, inoltre, sono invitati ad agevolare le operazioni in atto ed a segnalare tempestivamente ogni esigenza o anomalia a Carabinieri, Polizia di Stato, Vigili Urbani e/o Comune di Pescara.

08/05/2009 18.07