Castelnuovo Vomano, arrestato marocchino durante il matrimonio

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2258

CATSELNUOVO VOMANO. Forse quello accaduto il 28 aprile scorso a Castelnuovo Vomano potrebbe essere utilizzato da un produttore televisivo per la trama di un film.
Quella mattina però i Carabinieri non erano su un set televisivo ma era solo realtà.
Il maresciallo Maurizio Rapagna, ha scoperto che tra le persone che dovevano sposarsi con il rito civile figurava un cittadino marocchino Daif Mohamed, 23enne.
I successivi accertamenti hanno consentito di acclarare che lo stesso era inottemperante ad un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Questore e Prefetto di Teramo il 7 dicembre 2007.
La mattina del fatidico giorno quindi, al Comune di Castellalto, nella sede della delegazione di Castelnuovo Vomano, prima della cerimonia oltre agli invitati si sono presentati i Carabinieri che hanno letteralmente guastato la festa.
Infatti hanno prelevato il promesso sposo, tra lo stupore degli invitati e della sposa, una giovane del posto, e lo hanno arrestato per violazione della Legge Bossi/Fini.
L'uomo dopo le formalità di rito è stato trattenuto in camera di sicurezza e nel corso dell'udienza di convalida tenutasi oggi il Giudice del Tribunale ha convalidato l'arresto condannando il marocchino alla pena di 1 anno e 8 mesi di reclusione.

30/04/2009 15.58