Si accoltella davanti al Comune, sindaco lo soccorre

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1461

AVEZZANO. Un gesto estremo, dettato dalla preoccupazione di perdere un alloggio popolare ma anche dalla disperazione.

Questa mattina, verso mezzogiorno, un uomo di 53 anni, senza lavoro, si è accoltellato davanti al Comune di Avezzano per un gesto dimostrativo.
A soccorrerlo è arrivato il sindaco Antonio Floris, di professione medico.
Gli è stato accanto fino a quando non è arrivata una ambulanza che lo ha trasportato all'ospedale dove è ancora ricoverato.
Sono state riscontrate diverse ferite all'addome ma non sarebbe in pericolo di vita.
Il signore ha poi raccontato le sue paure e le cause della sua protesta così violenta: rischia infatti di scendere di posizione nella graduatoria per le case popolari poichè il figlio aveva lavorato come avventizio per due mesi facendo salire il reddito della famiglia.
Il 53enne, che abita con la famiglia in una casetta antisismica della città, si è procurato diverse ferite all'addome.
L'avezzanese spera di ottenere un appartamento nelle case di edilizia popolare di via Mattarella.

30/04/2009 14.16