Comune Pescara, consiglio comunale sciolto a mezzanotte

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1633

PESCARA. Ieri si e' tenuta l'ultima seduta del Consiglio comunale prima delle elezioni di giugno.


L'assemblea si è sciolta a mezzanotte.
Al termine dei lavori il vicesindaco Camillo D'Angelo ha ringraziato i consiglieri di opposizione per «la disponibilità e l'impegno mostrati» ma si e' augurato che in futuro nell'aula consiliare «prevalga il senso della politica e venga meno lo spirito di investigazione che ha accompagnato alcuni».
D'Angelo ha anche fatto riferimento all'arresto del sindaco Luciano D'Alfonso e ha detto che probabilmente l'arrivo del commissario non avrebbe consentito di mantenere alti l'attenzione e l'interesse su alcuni temi importanti per la città.
Il vice sindaco, che negli ultimi mesi ha occupato la poltrona più alta di Palazzo di città, a seguito della decisione del sindaco di presentare un certificato medico che attestasse il suo cattivo stato di salute, ha anche sottolineato che la classe politica «dovrebbe recuperare la stessa grandezza dei cittadini di Pescara».
Un ringraziamento all'assemblea e' arrivato anche dal presidente del Consiglio, Vincenzo Dogali. Nel corso dei lavori il Consiglio ha approvato il piano attuativo di iniziativa privata che portera' alla realizzazione di un parcheggio di scambio nei pressi dell'aeroporto (area ex Tinaro), con piu' di 500 posti auto.
Sempre ieri il vicesindaco ha firmato un'ordinanza con la quale viene concessa ai commercianti presenti sul territorio comunale la possibilità di tenere aperta la propria attività nella giornata di sabato 25 aprile, festa della Liberazione, in sostituzione di domenica 26 come precedentemente disposto.
23/04/2009 9.38