Si è spento a 97 anni Vittorio Giorgi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2791

PIZZOLI. Si è spento all'età di 97 anni Vittorio Giorgi, esponente dell’ex Partito comunista, ex deputato e sindaco di Pizzoli.


Giorgi aveva festeggiato il suo compleanno il 4 febbraio scorso, per l'occasione gli erano giunti telegrammi di auguri da tutta Italia, a partire dal presidente della Repubblica Napolitano.
La presidenza ed il Comitato di Gestione della Fondazione Regionale “Federico Brini” partecipano al lutto che ha colpito l'intero movimento operaio e democratico abruzzese e «ne ricordano le doti di probità e di rettitudine politica e morale che hanno caratterizzato la sua lunga e fertile esistenza».
Amico di Leone Ginzburg, confinato politico antifascista nel Comune di Pizzoli.
Partigiano combattente, operaio edile prima nei cantieri di Roma e poi nella costruzione delle centrali idroelettriche del Vomano.
Segretario provinciale della Camera Confederale del Lavoro dell'Aquila, sindaco di Pizzoli dal 1956 al 1977, deputato al parlamento dal 1958 al 1968, presidente provinciale dell'Alleanza dei Contadini dopo il mandato parlamentare.
Vittorio Giorgi, protagonista delle grandi lotte sociali e per il lavoro degli anni cinquanta nel Vomano, nel Sangro e nel Fucino, ebbe come compagni di lotta leggendarie figure di dirigenti politici e sindacali come Paolo Bufalini, Giulio Spallone, Bruno Corbi, Luigi Sandirocco, Nando Amiconi, Tom Di Paolantonio, Giorgio Massarotti, Vincenzo Terpolilli, Eude Cicerone, Ivo Iorio, Federico Brini, Romolo Liberale, Antonio Rosini, Pietrantonio Palladini, Alberto Mancini e l'indimenticabile Renato Vidimare.
La Fondazione “Federico Brini” nell'unirsi al dolore del figlio Elio, della nuora Clara e dei nipoti Vittorio e Velia addita la figura di Vittorio Giorgi alle giovani generazioni per l'impegno civile, la coerenza politica e la sua limpida onestà.

21/04/2009 14.20