Domenica nelle oasi del Wwf

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

802

ABRUZZO. Questa mattina a Pescara, il Presidente del WWF Abruzzo, Camilla Crisante, ed il Consigliere nazionale del WWF Italia, Dante Caserta, hanno illustrato l’edizione 2009 della Giornata delle Oasi che si svolgerà domenica 19 aprile.


In tutta Italia saranno oltre 100 le aree naturali protette aperte a tutti per una giornata all'insegna della natura e dello sviluppo sostenibile. Escursioni, visite guidate, attività di educazione ambientale e tanto altro caratterizzeranno la giornata del WWF in tutte le Oasi italiane.
In Abruzzo la Giornata delle Oasi sarà una giornata particolare.
Saranno aperte le Oasi di Calanchi di Atri (TE), Cascate del Rio Verde di Borrello (CH), Gole del Sagittario di Anversa degli Abruzzi (AQ), Lago di Penne (PE) e Sorgenti del Pescara di Popoli (PE).
Dall'Oasi WWF del Lago di Penne è anche prevista la diretta di Ambiente Italia su Rai 3 nello speciale Giornata Oasi in onda domenica 19 aprile dalle 9 alle 11.
Le cinque Oasi abruzzesi custodiscono habitat prioritari e veri e propri endemismi del mondo vegetale ed animali e si caratterizzano per essere un modello di conservazione, ma anche di valorizzazione del territorio.
«Ma è evidente», ha detto il presidente Crisante, «che per noi abruzzesi è un momento particolare ed il WWF non si è sottratto allo sforzo che tutto il mondo del volontariato sta sostenendo per alleviare gli effetti del terremoto che ha colpito la nostra regione ed in particolare il capoluogo di regione, L'Aquila, ed i Comuni vicini. Per questo il WWF ha messo in campo una serie di iniziative che porterà avanti anche nei prossimi mesi».
«Domenica», h aggiunto, «saranno organizzati dei pullman che trasporteranno alcune centinaia di persone che sono attualmente sfollate nelle tendopoli e negli alberghi presso le Oasi WWF di Gole del Sagittario, Calanchi di Atri, Lago di Penne e Sorgenti del Pescara: offriremo così una domenica a contatto con la natura dopo il dramma vissuto il 6 aprile e le difficile condizioni del post-terremoto.
Il WWF, da subito, ha poi messo a disposizione della Protezione Civile 90 posti nelle sue strutture dislocate nelle Oasi WWF di Gole del Sagittario, nel comune di Anversa degli Abruzzi (AQ), delle Cascate del Rio Verde, nel comune di Borrello (CH), del Lago di Penne (PE) e del Centro di Educazione Ambientale di Recanati nelle Marche».
Il WWF ha anche offerto la disponibilità ad organizzare con i propri animatori ed educatori ambientali attività ricreative per i bambini ed i ragazzi trasferiti a seguito del terremoto nelle tendopoli e negli alberghi della costa.
Infine l'Associazione ha offerto alla Facoltà di Scienze Ambientali dell'Università di L'Aquila la possibilità di far completare nelle strutture dell'Oasi di Anversa degli Abruzzi la sessione estiva del corso di studio 2009. L'Università sta esaminando la proposta e deciderà in base alle esigenze della didattica e degli studenti.

17/04/2009 14.49