Anziano malato di Alzheimer salvatato da carabinieri

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

797

CHIETI. La moglie lo ha perso di vista mentre stavano facendo la spesa dentro un noto centro commerciale di Chieti.


Lui si era allontanato di alcune centinaia di metri e, uscito dalla struttura, si era arrampicato su una recinzione, cacciandosi in una situazione pericolosa.
Protagonista un uomo di 85 anni gravemente malato di Alzheimer, A.D. salvato dai carabinieri dopo che si era aggrappato alla recinzione metallica, che si trova sopra un profondo dirupo, e stava cercando di scavalcarla.
Dopo che la moglie, 76 anni, ha dato l'allarme sul posto sono arrivati i carabinieri e sono scattate le ricerche.
L'85enne e' stato individuato in seguito all'ispezione della zona boschiva circostante il centro commerciale ma, a causa della malattia, e' apparso incosciente e non reagiva ai richiami dei carabinieri.
Uno dei carabinieri e' salito sulla recinzione e lo ha bloccato ma, resosi conto di non poter portare a terra l'anziano che non reagiva e rischiava di ferirsi gravemente, ha deciso di tenerlo immobile fino all'arrivo dell'autoscala dei Vigili del Fuoco che, dopo 20 minuti, e' riuscita a riportare a terra entrambi.
Visitato dai medici del 118 l'anziano e' stato trovato in buone condizioni generali ed e' stato riaffidato alla moglie.
03/04/2009 13.48