Partono i lavori per la sede distaccata della biblioteca di Collemaggio

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

623

L’AQUILA. Sono stati consegnati questa mattina i lavori per la sede distaccata della Biblioteca provinciale “Salvatore Tommasi”, a Collemaggio.
L'intervento, per un importo di 715.000,00 euro, riguarderà la messa a norma e la messa in sicurezza delle sale di Collemaggio, che attualmente ospitano il “fondo antico”. Una ricca collezione di testi dal ‘Cinquecento all'Ottocento di particolare significato storico.
I lavori più consistenti, che dovranno essere ultimati in 12 mesi, riguarderanno proprio il salone principale e la sala antistante, che attualmente ospitano tale fondo.
Oltre alla ristrutturazione interna e al rifacimento degli impianti elettrico, di illuminazione e alla messa in sicurezza, le sale saranno dotate di scaffali espositivi e di teche climatizzate a parete, per l'intero perimetro, dove saranno sistemati i volumi.
Il salone principale diventerà un prestigioso deposito e una sala di consultazione, aperta al pubblico, ispirata al modello del salone ligneo della sede storica della Biblioteca. Per gli utenti ci saranno dunque 250 metri quadrati di spazio in più.
Anche il Laboratorio di Restauro del Libro Antico, cha ha sede sempre a Collemaggio, sarà ristrutturato e potenziato.
Altri interventi riguarderanno l'eliminazione delle barriere architettoniche all'ingresso della biblioteca, e il rinnovo de servizi igienici.
All'iniziativa erano presenti la presidente Stefania Pezzopane, l'assessore provinciale Benedetto Di Pietro, il Direttore della Biblioteca Paolo Collacciani, il dirigente e i tecnici del Settore Edilizia dell'Amministrazione provinciale e i rappresentanti della ditta Marcozzi di Castellalto, cui sono stati affidati i lavori.
«Il complesso di Collemaggio ha già una chiara vocazione culturale. Con questo intervento potenzieremo questa identità”, ha commentato la presidente Pezzopane, che tra gli interventi ha ipotizzato anche l'allestimento di una Biblioteca museale di supporto al Conservatorio. “Indubbiamente la Biblioteca provinciale farà un salto di qualità”».
«Il fondo antico è uno dei settori di punta della Tommasiana e dopo questo intervento acquisterà ancora più valore- ha aggiunto il Direttore Collacciani- Sarà una delle sale di consultazione più all'avanguardia a livello nazionale».

02/04/2009 14.46