10 milioni di euro per la messa in sicurezza della Circonfucense

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1127

L’AQUILA. Ammonta a 10.239.137,98 euro la somma stanziata dalla Provincia dell’Aquila per i lavori al raccordo anulare della Strada provinciale 2 “Circonfucense”, che collega Avezzano a San Benedetto dei Marsi.


Il progetto esecutivo, approvato dalla giunta provinciale, è stato presentato ieri pomeriggio dalla Provincia nella sede Consiglio comunale di Trasacco.
Erano presenti la presidente della Provincia dell'Aquila, Stefania Pezzopane, il vice presidente Oreste Cambise, l'assessore provinciale alla Viabilità Pio Alleva, il vice sindaco Pasquale Cambise, il presidente del Consiglio provinciale Angelo Raffaele, il consigliere provinciale Orante Venti , gli assessori comunali Duilio Blasetti e Giovanni Cambise. I lavori, appaltati entro il 2010, riguarderanno la messa in sicurezza dell'arteria, in uno dei tratti più pericolosi e trafficati, quello che va da Avezzano (km 2+100) a San Benedetto dei Marsi (km 10+00).
Sarà allargata la carreggiata, che passerà dagli attuali 6,50 metri a circa 10,5 metri di larghezza. Entro l'anno sarà completata l'intera fase progettuale.
L'intervento prevede, inoltre, la sistemazione del ponte sulla Strada 10 e del viadotto in località Bacinetto.
Sempre sulla Strada provinciale 10 sarà realizzata una rotatoria, all'incrocio con la strada comunale per Paterno di Avezzano.
«Proseguono gli interventi per la messa in sicurezza delle strade provinciali- ha dichiarato la presidente Pezzopane- Si tratta di un investimento considerevole, che acquista rilievo, soprattutto in periodi di crisi economica, come quello attuale. Fondi che abbiamo voluto destinare per questo snodo strategico della Marsica, una delle strade purtroppo più colpita dagli incidenti automobilistici. Abbiamo voluto intercettare la richiesta di sicurezza che proveniva dal territorio».
«Un altro impegno mantenuto con il territorio- ha aggiunto il vice presidente Oreste Cambise- Grazie a questo intervento, molto atteso, ci proponiamo di mettere in sicurezza una delle arterie più importanti del Fucino e di accorciare i tempi di percorrenza per raggiungere Avezzano. Un incentivo in più per frenare la corsa allo spopolamento nell'interland marsicano».
31/03/2009 10.05