L’offensiva del Comune contro i diversamente furbi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1338

MONTESILVANO. Tutelare il diritto alla mobilità dei portatori di handicap. Punire chi commette abusi.


Ecco il duplice obiettivo su cui l'amministrazione comunale sta lavorando da diversi mesi grazie allo straordinario impegno messo in campo dall'Ufficio DisAbili in sinergia con il Comando di Polizia Municipale.
Una sinergia che ha permesso di scovare chi detiene irregolarmente i contrassegni riservati ai disabili. A quasi un anno e mezzo dalla nascita dell'Ufficio DisAbili, istituito dalla Giunta Cordoma i risultati ottenuti sono davvero notevoli.
«Abbiamo fatto grandi cose – afferma il sindaco Pasquale Cordoma - costituire e potenziare l'Ufficio DisAbili, ufficio unico in Abruzzo e tra i pochi in Italia. Punto di riferimento per il mondo della disabilità, nostro fiore all'occhiello. Recentemente è stato premiato dal Ministro Brunetta come buon esempio di pubblica amministrazione e per l'ottimo servizio offerto ai cittadini. Sono stati abbattuti gradini, costruiti ascensori, rampe d'accesso persino i gradini di marmo di pochi centimetri a Palazzo Baldoni sono stati smussati per consentire autonomamente ai disabili di usufruire dei servizi pubblici».
L'assessore alle Politiche Sociali Fabrizio Bosio, ha ricordato che con una tabella posta sotto ogni parcheggio che indica un numero verde i cittadini possono segnalare chi parcheggia abusivamente facendo intervenire il comando della Polizia Municipale, grazie a questo servizio attuato sono stati scoperti numerose irregolarità. Da 143 multe nel 2006, 230 nel 2007 si è passati alle 444 nel 2008. Inoltre, il Comune è riuscito a realizzare il Bollino olografico anti falsificazioni. Il servizio offerto dall'Ufficio DisAbili è molto veloce, infatti vengono rilasciati i contrassegni in 24 ore.
Il responsabile dell'Ufficio DisAbili Claudio Ferrante è stato il primo a lanciare la sfida e a dichiarare guerra a chi non rispetta le regole: «Possiamo affermare con grande soddisfazione che i parcheggi per i disabili a Montesilvano sono più liberi ed occupati da chi davvero ne ha diritto. Abbiamo dato una bella “spallata” al malcostume che ruota attorno al pass per i disabili, delle abitudini che nuocevano la categoria in modo grave. Ma questo è solo un punto di partenza. I diversamente furbi stiano attenti».
Dal comando della Polizia Municipale il comandante Antonella Marsiglia annuncia controlli più severi sul territorio: «Le autorizzazioni scadute e i pass intestati ai defunti e non riconsegnati sono stati già tutti individuati dall'Ufficio DisAbili per tanto li invitiamo a recarsi in ufficio per regolarizzare la posizione, così come prevede la legge. In caso contrario su segnalazione dell'Ufficio DisAbili manderemo a recuperare presso ciascun domicilio i talloncini dagli agenti di Polizia Municipali. Si intensificheranno i controlli anche per verificare chi usa impropriamente il pass per i portatori di handicap».
Secondo il Codice della strada, art. 188, ai trasgressori è prevista una sanzione da 78 a 311 euro, inoltre la decurtazione di 2 punti dalla patente, fino alla rimozione del mezzo.
25/03/2009 9.53