Dopo il restauro ecco la nuova vita di Fonte Grande

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1459

Dopo il restauro ecco la nuova vita di Fonte Grande
CHIETI. Rinasce a nuova vita Fonte Grande, dopo un restauro conservativo che ha riportato all'antica bellezza questa fontana del centro di Chieti, ad un passo dalle Terme romane.

Qui i contadini che arrivavano dalla campagna si lavavano prima di entrare in città, ma questo soprattutto era il luogo dove si ritrovavano le lavandaie, quando le lavatrici era ancora fantascienza. Acqua perenne dalle vasche di decantazione a monte, per merito del sistema idrico dei romani che risale fino sotto il palazzi del centro storico e che non ha mai privato Chieti dell'acqua, anche nei periodi di siccità.
Duemila anni queste vasche erano state costruite per alimentare le terme che sorgono a pochi passi, come dimostra anche un reperto importante, e cioè due pietre dell'antica strada romana recuperate e messe in bella evidenza.
Tutto il complesso è stato rivisitato e restituito con molta eleganza all'uso dei cittadini, per i quali è stata recuperata una piazzetta.
L'intervento di restauro ha realizzato una ripulitura delle superfici dei mattoni, con relativa stuccatura, poi c'è stato il reintegro delle parti rotte o lesionate.
Infine è stata realizzata una pavimentazione in mattoni nella forma dello spigatum romano che contorna e riquadra un acciottolato antico tornato alla luce sotto l'asfalto.
La fontana si presenta come lo sbocco di un cunicolo romano che porta l'acqua, a fianco c'è una vasca a parete, addossata al muro sotto un nicchione arcuato.
Realizzata nel 1596, come riporta una epigrafe, fu restaurata per la prima volta nel 1663.
«E' una piccola goccia che Chieti porta alla Giornata mondiale dell'acqua – hanno spiegato il sindaco Francesco Ricci e l'assessore Luigi Febo – ogni anno infatti l'amministrazione ha deciso di utilizzare i pochi fondi a disposizione per il recupero di una fontana antica».

S. C. 23/03/2009 10.08