Sorpreso dalle fiamme nel sonno, muore per asfissia

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

895

ROCCASPINALVETI (CH). Si era addormentato con il camino acceso, Gino Piccirilli, 48 anni. Poi è scoppiato l’incendio e lui è morto per asfissiamento.



Una morte atroce anche perché Piccirili si e' accorto di quello che stava per accadere. L'incendio nella sua abitazione è divampato verso le 6 di questa mattina.
L'uomo, invalido civile e pensionato che viveva da solo in località San Cristofaro, si era addormentato vicino al caminetto acceso. E proprio mentre stava dormendo alcune scintille si sarebbero propagate e avrebbero causato l'incendio.
Secondo le prime ricostruzioni l'uomo si sarebbe svegliato di soprassalto e cercato di fuggire dall'abitazione per mettersi in salvo.
Il tentativo è stato vano, però, perché l'uomo, in crisi respiratoria si è accasciato sull'uscio di casa, a qualche passo dalla salvezza.
Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco del distaccamento di Vasto e le ambulanze del 118, ma i soccorsi sono stati inutili. L'incendio ha provocato il crollo parziale del tetto della casa che però e' già stata messa in sicurezza.
L'ispezione cadaverica ha confermato la morte per asfissia. La Procura di Vasto restituirà a breve la salma alla famiglia per i funerali.
21/03/2009 10.49