Gruppo Villa Pini: lunedì lo sciopero e il sit-in dei lavoratori

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1090

ABRUZZO. Lunedì 23 marzo il personale dell’intero gruppo Villa Pini sciopererà in tutte le strutture sanitarie della regione.

Lo hanno annunciato le sigle sindacali Cgil Fp, Cisl Fps, Ugl Sanità dopo aver preso atto «che il recente tentativo di conciliazione è andato a vuoto», scrivono in una nota, «e che i dipendenti, circa 1500, della società sanitaria attendono ancora che gli vengano pagati lo stipendio di dicembre 2008 e quello di gennaio 2009 (nel frattempo è maturato anche quello di febbraio), oltre che per il problema della regolamentazione dei carichi di lavoro».
«Per quanto ci riguarda», dicono i segretari regionali Carmine Ranieri, Biagio Cieli e Giuliana Vespa, «dobbiamo segnalare anche il fatto che a tutt'oggi non ci risulta che l'azienda abbia comunicato, come da norme e accordi nazionali, i contingenti minimi di personale necessari a garantire nelle varie cliniche (nei centri San Stef. Ar. non sono richiesti) i servizi minimi essenziali cui i pazienti hanno diritto anche durante gli scioperi, un adempimento che spetta all'azienda e la cui eventuale mancanza mette in difficoltà il personale in sciopero che ha sempre fatto di tutto, come sanno bene gli stessi utenti, per evitare disagi ai malati».
Alla Regione Abruzzo i sindacati chiedono «rapporti chiari e trasparenti con le case di cura private», anche perché alle cliniche e alle strutture sanitarie convenzionate «va chiesto il rispetto delle regole: a partire dal pagamento degli stipendi di chi lavora».
Sempre lunedì mattina, in concomitanza con lo sciopero, i dipendenti terranno un sit-in e un presidio fuori la sede della clinica Villa Pini, a Chieti, dalle ore 10,30 alle 13.

20/03/2009 17.21