Quattro auto incendiate a Vasto nella notte scorsa

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1280

VASTO. Quattro auto semidistrutte dalle fiamme, due di queste sarebbero dello stesso proprietario. Questo è il bilancio di una serata di fuoco che, ieri, ha tenuto sotto pressione i pompieri del distaccamento di Vasto.


In questi anni non c'è pace per i cittadini vastesi che da tempo assistono ad episodi strani di cui non è ancora chiara l'origine. Bombe, ferimenti, pallottole contro determinate abitazioni, rapine, attentati dinamitardi ed incendiari. A tanti reati sono succedute altrettante indagini che hanno ipotizzano e, talvolta accertato, la presenza di una malavita organizzata nel territorio di Vasto. Una malavita che terrebbe sotto scacco il mondo dell'edilizia con minacce e incendi.
L'episodio di questa notte riguarda quattro auto. La prima, una “Fiat Uno” incendiata in via del Porto dove sono prontamente intervenuti i vigili del fuoco che smentiscono l'origine dolosa.
L'incendio sarebbe conseguenza di un cortocircuito, hanno detto dal distaccamento di Vasto. Per ora non sarebbe emerso nessun elemento che potrebbe far pensare ad un attentato.
Invece per altre due auto l'origine potrebbe essere dolosa, così almeno la pensano i carabinieri della compagnia della citta' adriatica, che indagano sugli episodi.
E' il caso dell' “Alfa 156” e della “Peugeot '206” aggredite dal fuoco sulla Statale 16 sud, poco distante da un albergo. Le auto sarebbero intestate ad un uomo gia' noto alle forze dell'ordine. Possibile, anche se da accertare, un gesto intenzionale ai suoi danni.
Le fiamme si sono poi propagate anche ad una Fiat “Grande Punto” in sosta lì vicino.
m.r. 18/03/2009 13.33