Francavilla, a fuoco auto dell’avvocato Giovanni Angelucci, nipote ex sindaco

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4619

FRANCAVILLA. Un incendio che i carabinieri assicurano essere doloso ai danni di Giovanni Angelucci. Tre settimane fa un analogo episodio ai danni dell'auto della madre.
E' successo tutto questa notte, verosimilmente verso la mezzanotte, in Via Nazionale Adriatica.
Persone che non sono state notate hanno appiccato il fuoco ad una autovettura Mercedes ML 320 di proprieta' dell'avvocato francavillese, parcheggiata nel cortile condominiale della sua abitazione.
Le fiamme, innescate con liquido infiammabile contenuto in una bottiglia di plastica, lasciata sul luogo del reato e sequestrata dai militari, si sono propagate anche ad una Fiat Panda, pure in uso all'avvocato, e ad un ciclomotore intestato ad una signora residente nel condominio.
I danni maggiori hanno interessato la Mercedes: distrutta tutta la parte anteriore, lasciando facilmente intuire che le fiamme erano state appiccate in corrispondenza del vano motore. L'incendio è stato tempestivamente domato dai Vigili del Fuoco di Pescara e Chieti, prontamente intervenuti sul posto.
L'origine del gesto è al vaglio di questo comando dei carabinieri di Chieti, diretti dal capitano Aldo Manzo, che ha avviato indagini a tutto campo in quanto la vittima non ha formalizzato ancora la denuncia.
I danni sono parzialmente assicurati e sono limitati ai tre veicoli coinvolti, senza alcun problema per le persone.
Circa tre settimane fa era andata a fuoco invece la macchina della madre di Giovanni, moglie di Paolo, fratello dell'ex sindaco Roberto Angelucci, un incendio molto strano sul quale si stanno concentrando gli stessi inquirenti.
La famiglia Angelucci è titolare di una agenzia turistica al centro di Francavilla.



16/03/2009 13.31