Sicurezza, espulsi romeni senza fissa dimora

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1106



PESCARA. In applicazione ad una legge dello Stato (Dl 32 del 2008) gli agenti dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Pescara hanno rintracciato tredici cittadini romeni, rimpatriandone cinque per motivi imperativi di pubblica sicurezza.
Nel blitz della scorsa notte gli agenti hanno fermato in totale 15 persone, di cui due extracomunitari con regolare permesso di soggiorno.
Per cinque dei comunitari (che potrebbero circolare liberamente nel territorio della Ue) fermati è scattato il rimpatrio immediato in base alla normativa dello scorso anno che consente alle forze dell'ordine, in base ad una ordinanza del Prefetto, di allontanare dal territorio italiano comunitari ritenuti socialmente pericolosi.
Questi i nomi dei cinque romeni rimpatriati: Ion Grancea 49 anni; Valentin Petrescu (51); Costanti Sauciuc (31); Mihai Moldovan (23); Cristea Gabriela (40).
Come ha dichiarato questa mattina in conferenza stampa il dirigente delle Volanti Costantini, i romeni bivaccavano senza fissa dimora fra la zona dell'ex Stazione Ferroviaria e la Strada parco.

14/03/2009 10.03