De Matteis in visita alla Technolabs, «centro d’eccellenza da valorizzare»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

758

L’AQUILA. Il vice presidente vicario del Consiglio Regionale Giorgio De Matteis si è recato ieri in visita alla TechnoLabs dell’Aquila, il più grande centro di ricerca e sviluppo del centro sud Italia a capitale italiano.
«In questo modo – ha spiegato De Matteis – il Consiglio Regionale intende manifestare la propria attenzione nei confronti delle aziende e del sistema produttivo presenti sul territorio incontrando direttamente Dirigenti e lavoratori ma anche rappresentanti delle organizzazioni sindacali per analizzare e quindi avviare a soluzioni le diverse problematiche».
Nel caso specifico la TechnoLabs costituisce una realtà di prestigio, un polo di eccellenza, che da oltre 25 anni contribuisce a portare ‘la buona immagine dell'Abruzzo' nel mondo.
I dirigenti della società hanno illustrato a De Matteis il piano aziendale ma anche le strategie che si intendono sviluppare nei prossimi anni.
«Ho potuto verificare - ha detto ancora il vice presidente del Consiglio - che ci troviamo di fronte ad una azienda che vuole restare ma quello che è più importante che è pronta a raccogliere le sfide del mercato ed entrare in progetti competitivi avvalendosi di opportunità e di agevolazioni comunitarie come i fondi FAS, POR 2007/2013 etc».
Nel suo indirizzo di saluto il presidente della società Technolabs Francesco Carvelli, ha ringraziato il Consiglio Regionale «per la sensibilità istituzionale e per l'attenzione riservata all'azienda. Noi puntiamo- ha spiegato – a rafforzare e sviluppare ulteriormente la vocazione del territorio aquilano che da oltre 25 anni svolge una funzione precisa nel settore dell'elettronica e delle telecomunicazioni».
La società oggi conta 165 dipendenti (70% sono laureati) 15 contratti sono a progetto (giovani ingegneri) mentre il 50% dei dipendenti hanno un età inferiore ai 40anni.
Per il direttore Generale Bruno Guardiani «le domande per reggere la competizione del momento (Innovazione Tecnologica, rapporti con le Università, Internazionalizzazione) in questa azienda ci sono tutte. L'attenzione che ci riserva oggi il Consiglio Regionale ci conforta e ci incoraggia e, in una fase come quella che stiamo attraversando credo sia un buon segnale».

13/03/2009 10.34