Villaggio Mediterraneo, Febbo(An):«documenti alla Procura e Corte dei Conti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2603

CHIETI. La documentazione relativa ai rapporti fra Villaggio Mediterraneo, per quel che concerne le strutture pubbliche, e la Regione Abruzzo sarà inviata alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti. DI COSMO: «STUPITO DA DICHIARAZIONI FEBBO»
Lo ha annunciato l'assessore Mauro Febbo (An) che sebbene nei giorni scorsi avesse parlato di una “tregua” di polemiche, vista l'imminenza dell'evento, ha deciso di andare avanti.
«Vogliamo che si faccia chiarezza una volta per tutte su un'operazione in cui i vantaggi per la collettività sono ancora tutti da dimostrare».
E Febbo assicura che «ci sono fatti sui quali non si può più tacere, perchè un conto è l'aspetto strettamente tecnico-sportivo, e dunque il Villaggio destinato ad ospitare gli atleti e le delegazioni; un conto è la restante parte edilizia che sta nascendo nell'area del Villaggio».
In particolare l'assessore chiede che si faccia chiarezza sulle cosiddette residenze per gli studenti, «che non rispondono assolutamente all'interesse dei cittadini. E gli interrogativi sono numerosi».
Primo: Febbo chiede di sapere dove siano gli atti ufficiali che attestano l'impegno da parte dell'Ater e del Asl di Chieti ad acquistare immobili all'interno dell'area del Villaggio, «visto che è anche sul presupposto di tali impegni che si è dato il via all'edificazione».
Secondo: da quale atto risulta un impegno della Regione nella stessa direzione? «Chi lo ha preso e quando?», chiede l'assessore.
Febbo si ricollega anche alla drammatica situazione finanziaria che la Giunta Chiodi ha presentato nei giorni scorsi, numeri che non permetterebbero alla Regione Abruzzo di contrarre alcun mutuo. «Qualcuno», continua Febbo, «dovrebbe spiegare ai cittadini: come può la Regione Abruzzo acquistare immobili per 20 mila metri quadrati, al costo di 28 milioni di euro, senza che sia stata fatta alcuna gara d'appalto? E poi, tanto per fare due conti, siamo così sicuri delle economie che la Regione realizzerebbe nel rapporto fra quanto l'Adsu eroga agli studenti per le spese di soggiorno fuori sede e l'acquisto delle residenze per gli studenti stessi? Quello che è stato proposto è un calcolo economico che non porterebbe particolari benefici all'Ente pubblico».

12/03/2009 17.21

DI COSMO: «STUPITO DA DICHIARAZIONI FEBBO»

La società Villaggio Mediterraneo, impegnata nella costruzione del complesso edilizio di Chieti, accoglie con stupore l'intervento dell'Assessore regionale all'Agricoltura.
«L'intervento dell'assessore Febbo – spiega il presidente di Villaggio Mediterraneo Spa Gianni Di Cosmo – sembra gettare ombre su una questione che è di una chiarezza esemplare: abbiamo fatto una regolare proposta commerciale all'Adsu per l'acquisto di immobili da destinare alla casa dello studente sulla base di due analisi. La prima che vede l'Abruzzo ultimo in Italia nella classifica della disponibilità di posti letto per studenti universitari, la seconda che riguarda l'aspetto economico-finanziario con un calcolo tra quanto la Regione Abruzzo spende attualmente come contributi per l'affitto degli alloggi concessi agli studenti in possesso di determinati requisiti e quanto spenderebbe se gestisse immobili di proprietà».
«La Regione Abruzzo valuterà questa nostra proposta – aggiunge Di Cosmo – e, come hanno precisato più volte altri esponenti della Giunta, se sarà considerata opportuna e conveniente, attiverà liberamente le procedure amministrative e finanziarie che riterrà più opportune, che sia gara d'appalto o meno, che acceda ad un mutuo o meno».
Villaggio Mediterraneo Spa risponde alle domande dell'assessore Febbo chiarendo che questa operazione ha preso il via sulla base di un interesse all'acquisto degli immobili manifestato dall'Adsu, dall'Ater e dalla Asl nel Protocollo d'intesa del 9 dicembre 2005 alla presenza del Sindaco di Chieti Ricci e nella successiva delibera dell'Adsu n. 2724 del 21 febbraio 2007 nella quale è stato confermato “…l'interesse ad utilizzare la realizzanda struttura come residenza universitaria con annessa mensa e di rinviare ad un prossimo consiglio l'esame della proposta che la società Villaggio Mediterraneo dovrà fare per la locazione e la gestione”.

L'IMMOBILE

L'immobile che la società Villaggio Mediterraneo ha sottoposto all'Azienda per il diritto allo studio universitario, è costituito da due torri di 10 piani unite da un corpo di fabbrica per un totale di oltre 20 mila mq., distribuiti in 317 camere abitabili da due persone, tutte dotate di bagno, per un totale di 615 studenti con spazi comuni per circa 5200 mq. destinati a biblioteca, internet point, sale per video, musica, palestra etc...
Attualmente la regione Abruzzo, attraverso l'Adsu, ogni anno eroga 1000 borse di studio agli studenti in possesso di determinati requisiti (reddito familiare, profitto, residenza, etc…). Considerato che la regione Abruzzo non è dotata di uno studentato, l'Adsu comprende nell'erogazione un contributo pari a 1500,00 euro annui per ogni universitario.
Con l'eventuale acquisto degli immobili, che potranno ospitare 615 studenti e che avranno un costo di gestione annuo di circa 500 mila euro, l'Ente potrebbe risparmiare oltre 400 mila euro (615 studenti x1500,00 euro = 922 mila euro – 500 mila = 422 mila), senza contare che ovviamente diverrà proprietaria degli immobili.
12/03/2009 19.51