Cagnolini abbandonati: dal canile al negozio per essere adottati

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

653

PESCARA. Andando in un negozio per animali, da oggi in poi, si potrà scegliere se acquistare un cagnolino o lasciarsi intenerire dagli occhi di un cucciolo abbandonato.
Alcuni negozi della città hanno aderito all'iniziativa promossa dalla Lav (Lega Anti Vivisezione) volta ad incentivare le adozioni dei cuccioli del canile.
L'associazione animalista ha chiesto ad alcuni titolari di pet shop, che hanno scelto di non fare della vendita di animali il proprio business, la disponibilità ad ospitare nel proprio negozio alcuni cuccioli del canile sanitario.
Così i cuccioli, di solito tenuti in canile, saranno più facilmente visibili dalle famiglie che stanno pensando di adottare un cane.
In questo modo i cagnolini potranno anche godere di un ambiente più confortevole di un freddo canile, staranno molte ore in compagnia, potranno essere visti facilmente.
I cani saranno dati già dotati di microchip di identificazione, sverminati e vaccinati dal servizio veterinario della Asl di Pescara. Mentre per quelle famiglie, che vogliono adottare, sono previsti dei controlli “pre affido” della Lav.
L'associazione, supportata in città anche dall'assessore Antonio Blasioli, sarà protagonista anche di un'altra importante iniziativa che si svolgerà in tutte le piazze italiane negli ultimi week end di marzo. La Lav ritiene importante promuovere «l'adozione come la scelta migliore» anche contrastare il triste fenomeno del traffico clandestino dei cuccioli, che sembrerebbe muovere «una montagna di soldi illecitamente».

m.r. 11/03/2009 10.16