Pezzopane:«Siamo la Provincia della innovazione e dell’accoglienza»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1106

L’AQUILA. Innovazione e accoglienza. È il binomio su cui punta la Provincia dell’Aquila per uscire dalla crisi a testa alta.


Questo il messaggio lanciato ieri dalla presidente della Provincia dell'Aquila Stefania Pezzopane, nel corso del convegno che si è tenuto presso la sala consiliare “2 giugno”, per discutere delle opportunità offerte dai Piani di Azione Territoriali (PAT). Strumenti che, grazie ad una logica unitaria individuata dalla Regione Abruzzo e dalle quattro province, consentono di coordinare le politiche di sviluppo territoriale.
Nel corso dell'incontro, a cui hanno preso parte Giuseppe De Rita, Presidente e Segretario Generale del CENSIS, il prefetto dell'Aquila Aurelio Cozzani; Sergio Natalia, esperto di marketing territoriale; Giovanna Andreola, Dirigente della Regione Abruzzo per il servizio Attività Internazionali; Antonello Sotgiu, dell'Università dell'Aquila; i consiglieri regionali Giovanni D'Amico e Giorgio De Matteis, la Provincia ha voluto illustrare agli attori locali l'opportunità offerta da questi importanti strumenti di programmazione, che consentono di convogliare sul territorio risorse importanti .
Grazie ai Piani Integrati Territoriali (PIT) giungeranno sul territorio provinciale, è stato ribadito ieri, oltre 18 milioni di euro. Sono tre le aree di intervento finanziate: l'innovazione tecnologica per le piccole e medie imprese; l'energia proveniente da fonti rinnovabili, come pannelli solari, impianti fotovoltaici o teleriscaldamento da biomasse e la valorizzazione turistica dei comuni montani. I finanziamenti per gli enti pubblici sono già stati destinati, dopo una fase di concertazione svolta dalla Provincia dell'Aquila. I bandi per le imprese sono attesi per la fine di marzo.
Per la formazione professionale sono previsti circa 35 milioni di euro, dei 320 milioni dei fondi FESR, circa 80 potrebbero essere destinati al territorio aquilano. Oltre 200 i milioni attesi per la provincia dell'Aquila dai Fondi per le Aree Sottoutilizzate (FAS), su un totale di 854 milioni. Infine per i Piani di Sviluppo Rurale sono previsti 335 milioni e di questi si auspica che una buona fetta, circa 90 milioni, potranno arrivare sul territorio provinciale.
«Dobbiamo reagire alla crisi cogliendo queste opportunità e puntando su obiettivi precisi- ha affermato la presidente Pezzopane- Turismo e imprese ad alta tecnologia. Sono queste le nostre vocazioni. Queste le risorse su cui investire».
Il Presidente del CENSIS Giuseppe De Rita ha sottolineato che il ruolo svolto dalla Province nell'aggregare interessi su una rete locale intermedia rappresenti la vera sfida per il futuro, evitando la dispersione dei fondi a pioggia.

07/03/2009 11.15