Technolab a Chiodi:«maggiore sensibilità alla nostra vertenza»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

631

L’AQUILA. Una delegazioni di ricercatori della Technolab dell'Aquila, azienda in crisi del polo elettronico aquilano, è stata ricevuta stamane dal presidente della Regione, Gianni Chiodi, e dall'assessore al Lavoro, Paolo Gatti.

Al presidente e all'assessore i ricercatori hanno chiesto «una maggiore sensibilizzazione della Regione» alla loro vertenza occupazionale.
Il presidente Chiodi ha parlato di «incontro positivo, perché abbiamo avuto modo di chiarire ai lavoratori il ruolo che ogni soggetto deve avere nella gestione della vertenza».
«In un momento delicato - ha spiegato il presidente della Regione - è bene che le istituzioni siano vicine ai lavoratori impegnati per mantenere il proprio posto di lavoro».
Sulla possibilità da parte dell'azienda di poter accedere ai fondi Fas e Fesr per finanziare la propria ricerca, il presidente della Regione, Gianni Chiodi, ha detto che «i fondi non sono da considerare un'acquasantiera dalla quale attingere per salvare tutto. È necessario presentare progetti che possono riguardare anche la ricerca e che le autorità competenti poi valuteranno se approvare o meno. Questo abbiamo detto ai ricercatori, chiarendo anche la disinformazione che circola e che indica nei fondi Fas la possibilità di dare soldi senza alcun criterio. È nostra intenzione infine - ha concluso Gianni Chiodi - convocare quanto prima l'azienda per accertare quale siano le reali intenzioni della società Technolab in merito ad azioni di investimento sul presidio aquilano».
03/03/2009 16.16