Al via i lavori di ampliamento del depuratore di Montesilvano

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

986

Al via i lavori di ampliamento del depuratore di Montesilvano
MONTESILVANO. Il sindaco Pasquale Cordoma, il consigliere Adriano Tocco e alcuni rappresentanti del Consorzio Albergatori oggi al depuratore di via Tamigi per un sopralluogo.
Nell'ultimo incontro di mercoledì scorso il sindaco Pasquale Cordoma e il Consorzio Albergatori ha ribadito che «è di fondamentale importanza intervenire subito sul depuratore per non correre rischi alla balneazione delle nostre acque e per dare alla città una stagione estiva all'insegna del mare pulito».
L'amministrazione Comunale di Montesilvano ricorda che insieme al Consorzio si sono mossi in tempo, già dalla fine dello scorso settembre, per evitare di incorrere nelle stesse problematiche dell'estate passata quando, il divieto di balneazione dovuto ad una inadeguata depurazione delle vasche da parte dell'Aca, provocò gravi danni ad un tratto importante della costa montesilvanese e di conseguenza al turismo alberghiero della città.
Gli albergatori per agevolare l'Aca hanno così deciso di realizzare a proprie spese il progetto esecutivo d'intervento.
I lavori di ampliamento delle vasche, che interesseranno anche il comune di Cappelle sul Tavo, dovrebbero essere ultimati entro il mese di aprile.
Il consigliere comunale Adriano Tocco ha preso parte a tutti gli incontri tra amministrazione Comunale e Albergatori: «se dovessero ripetersi le stesse questioni dello scorso anno – spiega il consigliere – sarebbe un grave danno per l'intera economia della città, per questo l'amministrazione e il Consorzio si sono mossi in tempo per scongiurare ogni rischio. Nel corso di questi mesi sono stati effettuati numerosi interventi di monitoraggio sul fiume Saline, che non deve risultare più un problema, ma deve diventare una risorsa per la collettività su cui investire. Ora bisogna intervenire tutti insieme e ci vuole l'impegno della politica e degli imprenditori del settore affinché uniti si possa lavorare per il bene del fiume e soprattutto del nostro mare e di conseguenza del turismo montesilvanese».
23/02/2009 10.51

CORDOMA: «IL DEPURATORE NON E' L'UNICO PROBLEMA

Il costo dell'intervento e' di circa un milione di euro e la prima parte dei lavori, affidati all'Aca, si protrarranno fino al mese di aprile.
A maggio partira' la seconda tranche che prevede invece un intervento sui 28 depuratori presenti nel Saline. «In questi mesi», ha detto Cordoma dopo l'incontro, «è stato menzionato soltanto il depuratore di Montesilvano come unico responsabile dell'inquinamento del Saline, ma non e' cosi', per questo verranno messi a norma tutti e ventotto. Per i prossimi giorni e' prevista anche una Conferenza dei servizi con Arta, Consorzio Alberatori e Aca per attivare un monitoraggio costante sui fiumi Saline, Fino e Tavo».
Il Consorzio Albergatori per agevolare l'Aca ha deciso di realizzare a proprie spese, circa 40mila euro, il progetto esecutivo d'intervento affidato al quotato studio dell'ingegnere Massimo Solaroli di Rimini, specializzato in impianti di depurazione delle acque di scarico. Il consigliere comunale Adriano Tocco che rappresenta anche la categoria degli albergatori ha sottolineato l'importanza di iniziare subito i lavori:
«Intervenire subito significa non correre rischi durante la prossima stagione estiva, puntando tutto sul turismo. Se dovessero ripetersi le stesse questioni dello scorso anno sarebbe un grave danno per l'intera economia della città e sarebbero a rischio circa mille posti di lavoro».

23/02/2009 18.04