Eurobasket, decreto ingiuntivo da 298 mila euro per la Provincia di Chieti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1267

CHIETI. In questi giorni alla Provincia di Chieti è stato notificato un decreto ingiuntivo per un importo di 298.000 mila euro, tanto quanto il credito vantato da una delle ditte che hanno lavorato per Eurobasket.


Lo fa sapere il capogruppo di An Mauro Febbo che parla di un nuovo «salasso per le casse della Provincia».
Il decreto, spiega Febbo, è già esecutivo, per cui se la Provincia si rifiutasse di pagare, il creditore potrà procedere al pignoramento presso il Tesoriere dell'Ente.
«La Provincia si è già vista recapitare a gennaio scorso tre decreti ingiuntivi», ricorda il consigliere e assessore regionale.
E non è finita perchè la lista dei creditori insoddisfatti, e che hanno deciso di rivalersi sugli Enti locali, è lunghissima.
«Il presidente Coletti e il suo vice Aimola avevano garantito che con la messa in liquidazione del Comitato, a ottobre, i creditori sarebbero stati pagati entro Natale scorso. Ancora una volta sono stati clamorosamente smentiti. Non solo: la stessa Provincia, grazie alla "allegra" gestione Coletti, è sempre più sull'orlo del baratro: continua a non erogare i contributi in conto interesse, a non pagare le imprese, a non pagare fornitori e professionisti».
«Coletti», rincara la dose Febbo, «dice di voler promuovere una task force per l'occupazione e l'economia in un momento di grande crisi ma la Provincia di Chieti sotto la sua gestione è la prima ad affossare l'economia locale non onorando i propri impegni.
A questo punto torno a chiedere, un anno e mezzo dopo la conclusione di Eurobasket 2007, se la Provincia è a conoscenza dell'esatto ammontare dei debiti del Comitato di gestione e se il Presidente Coletti, nella sua veste di assessore al bilancio, ritiene di portare in Consiglio Provinciale i bilanci definitivi di Eurobasket, quelli cioè chiusi al 31 dicembre. Una sola cosa appare certa: di questo passo la Provincia si avvicina ogni giorno di più al tracollo finanziario».
21/02/2009 14.37

D'AMICO (PD): «GRANDE EVENTO MEDIATICO»

«L'amministrazione Coletti ha sempre approvato il bilancio di previsione entro il 31 Dicembre dell'anno solare precedente consentendo una continuità senza sbavature», replica il capogruppo del Pd in provincia di Chieti Camillo D'Amico, «quando, invece, si ricorre all'esercizio provvisorio tipico del centrodestra; si è caratterizzata nell'aver avuto una trasparente ed equilibrata gestione delle risorse, nel non aver aumentato alcuna imposizione a danno dei cittadini anzi, come nel caso degli accessi stradali, ha esentato gli agricoltori e combattuto una seria battaglia contro una vasta evasione e non lascerà certamente alcun debito fuori bilancio, che noi trovammo per un importo consistente e per lavori fatti eseguire in piena campagna elettorale, nel 2004, nei collegi di assessori allora uscenti».
Per D'Amico «chi deride le iniziative messe in campo per fare la propria parte a sostegno delle imprese e dei lavori in difficoltà, di fare squadra sia per accelerare le procedure per appaltare i lavori iscritti nel triennale regionale, premierà i virtuosi e punirà severamente i bugiardi ed i fannulloni di qualsiasi coloritura politica essi siano».