Da Francavilla a Montecarlo: l'impero di Fernando Di Paolo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

8540

FRANCAVILLA. Fernando di Paolo è l'imprenditore proprietario del resort "le Vele" di Francavilla, il complesso edilizio costruito sulla spiaggia e sequestrato pochi giorni fa dalla procura di Chieti. Insieme ad altre tre persone Di Paolo è attualmente indagato per abuso edilizio.
La situazione per la procura che indaga è chiara: si tratta di irregolarità nella procedura che sarebbe andata avanti senza alcune autorizzazioni che invece sarebbero state necessarie.
Non starebbero così le cose per la ditta costruttrice, la Abruzzo Property & Resort, che sostiene invece che le carte sono in regola e che se proprio manca qualcosa era il Comune a dover richiedere le autorizzazioni.
La strada verso la verità è ancora lunga: si attende la chiusura delle indagini e poi si vedrà cosa deciderà il giudice per l'udienza preliminare che potrebbe aprire le porte per un processo.
Ma chi è Fernando di Paolo?
Non è certo tra i più noti imprenditori locali né è nome che ricorre spesso tra le faccende abruzzesi.
Preferisce guardare molto all'estero con contatti e lavori dall'altra parte dell'Adriatico, in Spagna, in Australia e presto in molte altre parti del mondo.
E' nato a Tortoreto, schivo, non appare spesso in pubblico e per lui parlano le sue opere.
La sua residenza è a Montecarlo ed anche molte sue società hanno sede nel Principato.
E sua l'idea di costruire un parco commerciale e sportivo intorno ad un autodromo nel territorio di Cepagatti e presentato qualche anno fa che doveva vedere la luce già da un pò.
Il GrandPrixOne, così si chiama, è stato proposto dalla società Parco Mediterraneo Srl Sviluppo Immobiliare ed ha colpito molti per l'idea innovativa e perché a sponsorizzarlo c'è il campione della quattro ruote Jarno Trulli che come Di Paolo ha la residenza a Montecarlo.
Il progetto è dell'architetto Domenico Merlino, che ha al suo attivo, tra gli altri, i progetti del Megalò e della prima versione del Villaggio del Mediterraneo di Chieti, l'investimento previsto è di oltre 60 milioni di euro su circa 100 ettari con un albergo a 4 stelle alla confluenza di due autostrade, la A14 e la A25; una pista per prove su strada di auto e moto, un megastore dove si potranno acquistare tutti i tipi di auto. E poi, gli outlet delle griffe della moda, del design, del fashion e del mobile.
Ma l'idea vincente secondo il promotore è che la stessa si può replicare identica ovunque nel mondo e per questo sarebbero già in corso trattative avanzate per esempio in Australia.


TUTTE LE SOCIETA'

Ma Di Paolo risulta titolare o socio di moltissime società che si muovono soprattutto nel campo dell'edilizia turistica e dell'abbigliamento insieme ai suoi fratelli.
Grazie alle notizie diffuse sul web e ai mezzi che la tecnologia ci mette a disposizione siamo riusciti a delineare parte della galassia societaria in qualche modo legata all'imprenditore.
Partendo della "Abruzzo Property & Resorty s.r.l", società proprietaria del complesso di Francavilla sequestrato, si scopre che la sede è in via Giosuè Carducci, 25 a Pescara e a Tortoreto in via Nazionale adriatica. E' controllata da alte due società: la Entity Holding srl e la Cerrano Land srl.
Sua come detto anche la società Parco Mediterraneo Srl Sviluppo Immobiliare, promotrice con Jarno Trulli dell'autodromo d'Abruzzo, navigando nel sito ci si imbatte in un'altra società: la Immobiliare Costiera.
Nella pagina "chi siamo" di Immobiliare costiera  si legge (oltre ai numerosi progetti in itinere a Tortoreto) che le società del gruppo sono: Sviluppo Immobiliare srl (con sede in via Messina 7, a Pescara), DIA srl, CFL srl, Immobiliare Nuovo Lido srl, FIT srl, GPM srl, ADIPCA srl, SMS srl, Parco Mediterraneo srl.
Le società infatti fanno capo anche a Di Paolo che ne ha curato la registrazione dei domini web.
C'è poi il la Gpm srl (Gruppo Produzione Moda Srl) che è proprietaria di diversi marchi e siamo nel settore dell'abbigliamento.
Il titolare è Alfano Di Paolo, fondatore del gruppo che ora è ai vertici del mercato.
«Agli inizi degli anni 50, Alfano Di Paolo», si legge nel sito, «dopo esperienze lavorative nelle sartorie milanesi che lo formano nell'arte sartoriale, ritorna nella sua terra di origine, l'Abruzzo, per realizzare un'attività in proprio. Nascono così, via via, a seguito della progressiva espansione aziendale, la Felsinea, l'Adipca e la Confezioni Vulcano. Nel '74, percependo la richiesta di prodotti di qualità anche nel "casual" lancia il marchio "Wampum", ponendo l'Azienda ai vertici nel mercato nazionale del jeans».
Dopo gli importanti risultati raggiunti a livello nazionale negli anni '80, l'azienda punta ai mercati internazionali e si dà una nuova struttura, concretizzata con la creazione della Gpm Gruppo Produzione Moda di cui ha quote anche Fernando che risulta essere il titolare di tutti i domini web per i rispettivi marchi.
Sul web spunta anche il marchio "Ray's Bleu end" con sede a Monaco, Avenue de la Costa, 27.

18/02/2009 11.20

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/news2/article.php?storyid=191]TUTTO SUL CASO DEL COMPLESSO EDILIZIO SULLA SPIAGGIA[/url]