L'INCHIESTA

«Uomini dei Casalesi in Abruzzo»:cresce l’allarme per la criminalità organizzata

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3747

PESCARA. La camorra in Abruzzo? Infiltrazioni della criminalità organizzata nella nostra regione? 
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 


Volete saperne di più? Non è possibile. 
L'articolo seguente è ampiamente censurato perchè due giudici del tribuanle di Ortona hanno deciso che deve essere così. In seguito alle minacce di querela nei nostri confronti e in mancanza di qualsivoglia tutela legale che salvaguardi il nostro dirittto al lavoro ed il vostro diritto a conoscere siamo stati costretti a mutilare il nostro lavoro e il diritto di cronaca conseguente.

PER CHI VUOLE APPROFONDIRE PUO' LEGGERE QUI 

  

Tutto farebbe pensare che sì, qualcosa c'è, non solo perché il network campano è già da anni globalizzato e presente ovunque anche con attività "lecite" per riciclare i soldi sporchi ma perché da ieri vi sarebbero evidenze ulteriori. 
Dopo l'operazione dei giorni scorsi, condotta dai carabinieri di Pescara, denominata Hot Wheels sulle truffe e il riciclaggio di auto che ha fatto scattare i primi sospetti sulle infiltrazioni malavitose in questo territorio, i carabinieri della compagnia di Montesilvano ieri hanno eseguito per conto della Direzione distrettuale antimafia una perquisizione a carico di un operaio napoletano di 45 anni, che vive nella città adriatica. 
All'uomo e' stato contestualmente notificato un avviso di garanzia per il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso. 
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

Il livello di attenzione, dunque, si deve alzare se molti indizi parlano di camorra ed altri di organizzazioni internazionali per l'importazione di decine di chili di sostanza stupefacente dall'Est Europa. 
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 

HOT WHEELS: OPERAZIONE COMPLESSA. D. M.:«UN GIGANTESCO EQUIVOCO»

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 

12/02/2009 8.10