Computer in tilt al tribunale di Sulmona. Rischio paralisi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

602

SULMONA. Situazione difficile in vista per il Palazzo di Giustizia di Sulmona. Se non si esce dal problema si rischia la paralisi.


Sono continui e fastidiosi i problemi alle strutture informatiche tanto che oltre al nervosismo diventa quasi impossibile lavorare.
Da una settimana computer e collegamenti informatici vanno sistematicamente in tilt rendendo la vita difficile agli impiegati, costretti al vecchio sistema cartaceo nell'era in cui imperano attrezzature telematiche e tecnologiche.
«Le condizioni di criticità sono sempre le stesse - spiega un rappresentante sindacale - le attrezzature computerizzate sono obsolete e necessitano di essere rinnovate e sostituite, ma tutti fanno finta di niente».
Condizioni che inevitabilmente, sostengono i sindacati, si ripercuotono sull'attività giudiziaria con un notevole allungamento dei tempi per la definizione dei processi.
Tempo fa anche il presidente del Tribunale, Antonio Gagliardi, era intervenuto sollevando il problema, ma anche in quel caso, non non ci sono state risposte.
«Quello che si chiede - concludono dal sindacato - è di mettere il personale nelle condizioni di poter svolgere al meglio il proprio lavoro con attrezzature che funzionano».

04/02/2009 10.35