Lapenna:«Accelerare per rendere attuabile il progetto di Costa teatina»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

916

VASTO. Il sindaco Luciano Lapenna interviene sull'utilizzo dei fondi Fas.

Il primo cittadino, insieme a l'assessore al Turismo Nicola Del Prete manifesta al neo assessore Regionale al Turismo Mauro Di Dalmazio tutta la propria preoccupazione su quello che sarà il futuro del "Progetto della Costa teatina".
Quest'ultimo è stato redatto dalla Provincia di Chieti e prevede anche la realizzazione della pista ciclabile da San Salvo a Francavilla al Mare.
Un progetto ambizioso, in otto lotti, tre dei quali già finanziati con la prima annualità del piano degli investimenti della Provincia ed il resto finanziato con i fondi Fas (Fondi per le Aree Sottoutilizzate), nell'ambito delle risorse a beneficio dell'Abruzzo per il periodo 2007-2012.
«Uno degli investimenti di maggior rilievo – ha sottolineato il sindaco Lapenna – è quello relativo al completamento della pista ciclabile che collegherà Martinsicuro a San Salvo».
«Adesso – assicura l'assessore Nicola Del Prete – dopo l'approvazione delle tabelle di ripartizione da parte della ex Giunta regionale, secondo una tempistica dettata dalla stessa unione Europea, è stato avviato il percorso ufficiale relativo al documento che porterà alla concertazione sul piano formale dei fondi Fas».
I due amministratori cittadini si augurano che il neo assessore Di Dalmazio «vorrà farsi parte attiva nei confronti del suo collega alle attività produttive Alfredo Castiglione affinché il progetto di Costa Teatina resti in piedi tanto da consentirci, come amministrazione Comunale di Vasto, di andare avanti speditamente sul progetto di riqualificazione e valorizzazione della nostra costa».
Il Comune ha già avviato un primo lotto di intervento per collegare San Salvo a Vasto Marina: «abbiamo a disposizione», fanno sapere, «le somme per l'altro lotto che riguarda il prolungamento della pista ciclabile da Vasto Marina fino a Vignola».

28/01/2009 10.24