Gli agenti di assicurazione chiudono le agenzie il 30 gennaio per protesta

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

895

CHIETI. Il sindacato Nazionale Agenti di Assicurazioni (Sna) ha proclamato la chiusura di tutte le agenzie d'Italia per il giorno venerdì 30 gennaio 2009.

Lo scopo, spiega il vicepresidente del Sna provinciale di Chieti, Massimiliano Trovarelli, «è quello di manifestare contro l'attività antisindacale del Gruppo Assicurativo Generali ed in sostegno del collega Angelo Gregorio, presidente del Gruppo Agenti Fata, ingiustificatamente revocato da Fata Assicurazioni».
L'atto di revoca sarebbe avvenuta per Sna con motivi «pretestuosi, infondati e antisindacali» e «costituisce un atto intollerabile che ha come intento quello di intimidire tutta la categoria degli intermediari assicurativi», ha affermato il Presidente Nazionale Tristano Ghironi.
Lo Sna ritiene che Gregorio, «sia stato destinatario di una simile ingiustizia per l'impegno profuso nella difesa dell'indipendenza della Categoria dalle compagnie, resa possibile dall'introduzione delle recenti leggi sulla liberalizzazione in ambito assicurativo ed in particolare per l'impegno manifestato nel Meridione d'Italia, considerata dalle Compagnie area critica del Paese, ove è più difficile ottenere mandati agenziali e territorio in cui le Imprese mostrano intenti di progressivo abbandono», ha aggiunto Ghironi.
Nell'esprimere la più ampia e profonda solidarietà ad Angelo Gregorio, lo Sna si impegna a denunciare in tutte le sedi idonee questo «atto antisindacale che dimostra non solo di violare i diritti fondamentali di libertà d'impresa e di professionalità dell'intermediario assicurativo, ma anche di non tenere conto della vita e della sussistenza delle numerose famiglie coinvolte in un simile provvedimento».

28/01/2009 10.07