Cordoma rivoluziona i settori dell’edilizia:«così si paralizzano gli uffici»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3938

MONTESILVANO. Ha destato una certa "attenzione" la notizia della nuova organizzazione della pianta organica del Comune di Montesilvano che ha portato sostanziali modifiche ai settori tecnici che si occupano dell'edilizia.
Una vera e propria rivoluzione organizzativa che ha addirittura portato a ben quattro i settori che si occupano dei diversi aspetti che riguardano il settore dei lavori pubblici e edilizia.
E' stato creato anche un nuovo settore, il decimo, che sulla carta dovrebbe occuparsi della repressione abusi (pare un tema alquanto rilevante nella città dello scandalo Ciclone…) ma che di fatto, secondo lo stesso dirigente titolare, in pratica non potrebbe farlo.
E' solo un dettaglio che tale settore poi sia stato ubicato in uno spogliatoio, che solo da due giorni sta subendo lavori di adeguamento.
Un problema non soltanto dei dipendenti coinvolti nella "rivoluzione" ma che riguarderebbe centinaia di persone (privati e imprese) per le quali sarebbero già scattate le attenzioni dei vigili urbani i quali avrebbero segnalato al Comune abusi edilizi.
Sono stimate approssimativamente in 500 le pratiche inevase che giacciono da anni e che ora devono essere trasferite al nuovo settore che può disporre di un dirigente e tre dipendenti, di cui uno a tempo parziale ed un usciere.
Secondo lo stesso dirigente del nuovo settore, Costantino Di Donato, di fatto la repressione abusi potrebbe essere stata bloccata dalla decisione della giunta.
In questo modo gli abusi non verrebbero puniti, i privati non dovrebbero pagare le sanzioni, il Comune non incasserebbe.
Lo stesso dirigente in una nota aveva espresso incongruenze e perplessità.

«LA GIUNTA SI CONTRADDICE»

La riorganizzazione è prevista dalla delibera di giunta n.272 firmata il 26 settembre 2008.
Il documento prende le mosse da non meglio identificate «mutate concrete esigenze operative» che giustificherebbero la moltiplicazione dei settori tecnici.
Il fatto è che una suddivisione così non esisterebbe in altri comuni italiani delle dimensioni di quello di Montesilvano anche perché per alcuni non vi sarebbe… lavoro.
Accade, per esempio, per il settore della protezione civile che in un anno si possa esaminare anche solo una pratica.
La delibera 272 fa riferimento anche ad una precedente decisione di giunta, la 57 del 6 marzo 2008. Qui Cordoma & C. aveva deciso una cosa opposta.
Si legge infatti «…alla luce della grave carenza di personale registrata in questo Ente che non consente la frammentazione dei settori…», come dire, visto che il personale è poco non possiamo permetterci di moltiplicare i settori che rischiano poi di non poter lavorare per carenze strutturali di organico.
Le cose evidentemente sono cambiate…
Secondo Di Donato l'ultima delibera potrebbe essere addirittura «illegittima» perché per ognuno dei nuovi settori tecnici previsti non vi sarebbe stata l'assegnazione della dotazione organica.

LA MACROSTRUTTURA ED IL SUPERDIRIGENTE

Il neo dirigente del decimo settore, Di Donato, nella sua relazione contesta la creazione della "macrostruttura" una sorta di organismo presieduto da un consulente esterno (Bellafronte Taraborrelli) che di fatto coordina un organismo che sarebbe in tutto e per tutto simile a quello che in passato era retto dall'architetto Ronaldo Canale, arrestato nell'inchiesta Ciclone.
Un accentramento di poteri enormi in una sola persona.
«Un settore talmente rilevante, oserei definire abnorme, in considerazione della realtà dell'Ente», scrive Di Donato, «che diventerebbe molto difficoltoso da gestire in modo efficiente ed efficace per un solo dirigente» Taraborrelli, appunto, un supervisore esterno voluto dalla giunta Cordoma che costa circa 7mila euro al mese.
Che poi sia attualmente indagato, non sembra essere rilevante per gli amministratori che in campagna elettorale si sono proposti come il rinnovamento rispetto al vecchio…
Traborrelli risulta indagato anche nella inchiesta di Pescara per aver versato un "obolo" (tangenti per la procura) all'operosa Europa Prossima del sindaco D'Alfonso per ricevere in cambio consulenze da 120mila euro.

COMPETENZE SPARPAGLIATE: LUNGAGGINI E DIFFICOLTA'

Uno degli effetti della riorganizzazione che ricadrà immediatamente sugli utenti, secondo molti, sarà l'allungamento del tempo per evadere le pratiche.
Questo perché secondo alcuni determinate competenze sono state affidate a diversi settori che hanno un diverso dirigente e personale, creando di fatto difficoltà nella gestione, nella comunicazione, nella consultazione e ricerca delle pratiche che letteralmente viaggeranno per le stanze del Comune.
Certe competenze sarebbero poi state assegnate a settori che nulla hanno a che fare con quei compiti.

REPRESSIONE ABUSIVISMO

«Ma l'anomalia più rilevante è senza dubbio quella di aver previsto nel decimo settore l'abusivismo e vigilanza territoriale», scrive il dirigente Di Donato, «senza però ricomprendervi anche l'edilizia privata, rimasta inserita nel settore dell'urbanistica, diretta da un altro dirigente. Non ritengo sia necessario precisare le motivazioni che obbligano a conservare le due funzioni in capo ad un unico dirigente e le conseguenze negative e paralizzanti per la funzionalità di entrambi i settori -e quindi dell'ente che deriverebbero da una scelta diversa- in quanto dovrebbe bastare una sola settimana di amministrazione per rendersene conto».

IL DIRIGENTE DA SISTEMARE PER SENTENZA

Tutta questa vicenda che come detto potrebbe generare una paralisi in alcuni settori dell'urbanistica deve fare i conti con la necessità per il Comune di ottemperare ad una sentenza del tribunale del lavoro di Pescara. Infatti, il Comune di Montesilvano è risultato soccombente contro il ricorso avviato dall'ex dirigente dell'urbanistica, Costantino Di Donato.
Nella fattispecie la sentenza bacchetta pesantemente il Comune e nello specifico per aver «assegnato all'unico dirigente interno a tempo indeterminato, Di Donato appunto, il più marginale dei settori dell'Ente locale, violando il principio del buon andamento dell'amministrazione».
Spostato il dirigente, creato il posto per il consulente esterno.
Un consulente esterno voluto dai partiti («…una decisione politica imposta al sindaco Cordoma dai suoi referenti politici, ossia Lorenzo Sospiri per Alleanza nazionale, Carlo Masci per l'Udc, con il beneplacito degli esponenti più rappresentativi di Forza Italia»).
La questione ha avuto anche un "appendice" nel penale.
L'inchiesta condotta dal pm Gennaro Varone, chiusa a giugno 2008, vede come unico indagato proprio il sindaco Pasquale Cordoma per il reato di abuso d'ufficio.
«In realtà per tener conto di una precisa direttiva dei suoi referenti di partito politico», si legge tra le carte dell'inchiesta, il sindaco Cordoma «con una pretestuosa motivazione, facendo apparire di voler conferire un nuovo assetto organizzativo ai servizi comunali, conferiva all'ingegnere Costantino Di Donato, in via esclusiva, funzioni dirigenziali nel settore della protezione civile, di fatto privo di qualunque reale compito, tanto da essere senza assegnazione di personale da dirigere… al contempo conferendo incarico ad un consulente esterno per la direzione del quarto settore dei lavori pubblici, di fatto ponendo l'ingegnere di Donato, unico funzionario dirigente a tempo indeterminato assunto dal comune di Montesilvano, in un ruolo privo di qualunque effettiva rilevanza».
Con ciò, secondo la procura, il primo cittadino avrebbe abusato del proprio ufficio al fine di cagionare a Di Donato un danno ingiusto.
Con queste premesse la giunta era obbligata a trovare una nuova sistemazione al dirigente non allineato.
Nella riorganizzazione dei settori si è creato così il decimo settore.
Che poi non vi sia personale adeguato per svolgere il lavoro è un dettaglio.
Sarebbe un dettaglio anche il fatto che Di Donato,ai tempi del commissario prefettizio, dunque prima dell'avvento della giunta di centrodestra, abbia segnalato un numero imprecisato di sospette illegittimità negli appalti pubblici nell'era Cantagallo.

a.b. 22/01/2009 11.52