Il sindaco di Atessa: «Dopo la tragedia, più impegno per il bene di tutti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1666

Il sindaco di Atessa: «Dopo la tragedia, più impegno per il bene di tutti»
ATESSA. Questione lavoro, difesa dell'Ospedale, lavori pubblici, interventi nel sociale, rapporto con le opposizioni.
Ad Atessa, dopo la vicenda della morte violenta di Angelo Marcucci, non è facile tornare alla normalità. Ne abbiamo parlato con il sindaco Nicola Cicchitti.
«E' stato un evento del tutto al di fuori della realtà della valle Sangrina. Atessa si sta ancora interrogando su questo disagio giovanile - spiega il sindaco - la comunità si è comunque stretta attorno al lutto della famiglia, senza trascurare la cristiana pietà per il destino dell'altro giovane coinvolto nella vicenda e segnato da accuse pesanti».
Una vicenda che, in attesa della conclusione giudiziaria, lascia l'amaro in bocca ai cittadini ed agli amministratori, ma anche una speranza, come è scritto nel suo messaggio ai giovani: «Tornate alla vita, ai sani valori della famiglia e dell'amicizia, utilizzate le fresche energie per il volontariato, per le competizioni sportive, per lo studio o per il lavoro. Rifuggite dall'alcool e dalle droghe che annebbiano il vostro cervello e rispettate sempre la vita, utilizzandola a fin di bene».
«Oggi tutta la vita di Atessa si muove con una consapevolezza maggiore – spiega Cicchitti - a cominciare dai problemi del Comune, dove c'è una maggiore voglia di lavorare per il bene della città».
Nuovi rapporti, meno conflittuali con l'opposizione di sinistra?
«C'è un nuovo spirito di collaborazione, con la parte meno sta...linista della minoranza, non si bocciano sempre e comunque in maniera preconcetta le nostre iniziative, come la battaglia in difesa dell'Ospedale o come le proposte per soluzioni alternative più sicure per malati e operatori nelle analisi di laboratorio: il manager Caporossi non risponde mai, anche se è tenuto a farlo per rispetto della comunità da cui dipende, e non ci dice nemmeno quando apriranno le nuove sale operatorie pronte da tempo».
Novità sui lavori pubblici?
«A fine mese scade la gara per il parco fotovoltaico, stanno per partire i lavori per i pannelli solari sulla piscina, sugli spogliatoi a Monte Marcone e su tre scuole, è ormai pronta la Biblioteca comunale, così come è stato restaurato l'ex mercato coperto da assegnare alle associazioni. Buone novità anche per il Centro polifunzionale di Piazzano, mentre andiamo avanti con le verifiche progettuali per il contratto di quartiere 2. Qui aspettiamo la decisione del Tar prevista per il 19 marzo, per poter rendere il progetto subito cantierabile, in caso di nostra vittoria».
Le difficoltà?
«Ci sono soprattutto nella manutenzione delle strade e degli edifici comunali – conclude il sindaco Cicchitti– non abbiamo personale e ci sono difficoltà per assumerlo. Stiamo cercando soluzioni. E le troveremo, con l'aiuto di tutti. Il problema più pressante di Atessa e del comprensorio è quello occupazionale e su di esso ci dovremo impegnare a fondo. In concreto il Comune ha adottato un provvedimento per venire incontro alle famiglie in difficoltà (quelle monoreddito in cassa integrazione), esonerandole dal pagamento di alcuni servizi a domanda individuale (trasporto scolastico, refezione, asilo nido), unitamente all'Amministrazione Provinciale sta promuovendo un'iniziativa a sostegno delle attività, ma ci aspettiamo ancora di più, dalla Provincia, dalla Regione e dai nuovi consiglieri eletti nel territorio».
s.c. 22/01/2009 9.28