Acqua. Ora Pineto spera nel completamento della rete idrica

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

761

PINETO. Con il ritorno all’Ato di Teramo, il Comune di Pineto «spera» di poter ottenere dalla Ruzzo Reti il completamento, in un tempo ragionevolmente breve, della rete idrica nell’area compresa tra il quartiere di Scerne e la zona della Foggetta.
Servito sino allo scorso mese di dicembre dall'Aca di Pescara, il territorio comunale pinetese potrà ora contare per l'approvvigionamento idrico, su decisione del Consiglio Regionale, sulle forniture del Ruzzo.
Ieri mattina il sindaco Luciano Monticelli ha inviato una lettera al presidente della Ruzzo Giacomino Di Pietro, ricordando gli interventi che dovranno essere eseguiti sul territorio.
Il documento è stato inviato per conoscenza anche al commissario dell'ente d'Ambito numero 5 Stefania Valeri.
«Il collegamento tra Scerne e la zona della Foggetta», ha spiegato il primo cittadino, «è fondamentale per la copertura di tutto il territorio con la rete del Ruzzo. Il Comune ha già provveduto con gli espropri per consentire alla Ruzzo Reti di eseguire i lavori di sistemazione delle condotte. Si tratta di un investimento importante che consentirà al territorio di Pineto di avere l'acqua direttamente dalla rete del Ruzzo, evitando, in caso di insufficienza idrica, di approvvigionarsi attraverso i pozzi del Vomano, riaperti l'estate scorsa dopo i problemi avuti con l'Aca di Pescara. Numerose famiglie per circa 48 ore rimasero senz'acqua, con disagi notevoli. Venne poi data la possibilità di attingere l'acqua dai pozzi del Vomano, garantendone la salubrità con il processo di osmosi inversa. Però ora vogliamo che la rete venga completata così come era nei patti con la società del Ruzzo che dal gennaio del 2007 è entrata in possesso dei terreni per la realizzazione delle opere programmate».
Il sindaco Monticelli sollecita la Ruzzo Reti affinché si proceda al più presto con la procedura di appalto per poter finalmente dare il via ai lavori.

17/01/2009 12.31