Furto sacrilego al santuario di Pietraquaria ad Avezzano: ritrovate le corone

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1074

AVEZZANO. Domenica notte c'è stato un furto sacrilego nel santuario di Pietraquaria ad Avezzano. Ignoti hanno rubato le corone del '400 posizionate sul quadro raffigurante la Madonna con Bambinello. Ieri la refurtiva è risaltata fuori.
La denuncia è scattata lunedì mattina dai frati capuccini del convento, quando si sono accorti che qualcuno era entrato e portato via le corone.
A condurre le indagini sono i carabinieri del posto con l'ausilio dei colleghi specializzati nel settore dei beni artistici e del patrimonio.
Proprio ieri, a poche ore dal fatto, la refurtiva è stata ritrovata.
Le due corone che ornavano la testa della Madonna e del Gesu' Bambino della tavola del '400 che sovrasta l'altare centrale della chiesa sono state restituite al vescovo di Avezzano, monsignor Pietro Santoro.
Le due corone - che rivestivano i quadri della Madonna e del Bambin Gesù del santuario - sono state riconsegnate dal capitano della Compagnia locale, Michele Borrelli, al vescovo Pietro Santori, alla presenza del sindaco Antonio Floris e del responsabile del santuario, padre Olivo dei frati Cappuccini.
Il prossimo 20 gennaio si terrà una santa messa di riparazione per rimettere al loro posto le due corone.
I ladri, hanno spiegato i carabinieri, per compiere il furto sacrilego hanno dovuto forzare la teca e si sono limitati a dire che le due corone sono state ritrovate alla periferia di Avezzano, in un struttura dove i ladri le avrebbero abbandonate.
Le indagini, tuttavia, proseguono dopo aver ascoltato già diverse persone.
Monsignor Santoro ieri aveva lanciato una sorta di monito ai ladri: «Mi auguro - aveva detto - che gli autori del furto abbiano un sussulto di rimorso e restituiscano quanto hanno tolto al sentimento religioso».


13/01/2009 11.52