Inchiesta sull’ urbanistica fa tremare anche Penne. Vice sindaco si è dimesso

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

680

PENNE. Si è dimesso prima della fine dell’anno il vice sindaco e assessore all'Urbanistica di Penne, Alberto Giancaterino (socialista). Il sindaco tiene per sé la delega.

Le dimissioni fanno seguito alle indagini dei carabinieri della compagnia di Penne proprio sull'attività urbanistica del Comune. Giancaterino ha spiegato i motivi della sua decisioni in una lettera. I militari nel mese dicembre sono più volti tornati in Comune a sequestrare una ingente mole di documenti e passare al setaccio alcuni permessi edilizi rilasciati di recente.
«A seguito di una pacata riflessione, ed approfittando delle festività correnti - ha scritto nella
lettera al sindaco - intendo comunicarle le mie dimissioni dalla carica di vicesindaco e assessore Comunale con delega all'Urbanistica. Di recente, infatti, sono stato informato di indagini della Magistratura, che hanno riguardato le attività dell'assessorato comunale da me diretto, per le quali sono in corso di svolgimento attività».
Giancaterino ha espresso «la massima fiducia nell'operato della magistratura» con l'auspicio che «le indagini in corso possano quanto prima chiarire ogni aspetto dell'attività amministrativa fatta oggetto di investigazione».
L'ex assessore ha ribadito «la più totale estraneità ad ogni addebito e mi preme anzi ribadire che l'attività amministrativa da me condotta si è sempre ispirata al massimo rispetto dell'interesse generale collettivo, mai disattendendo, con condotte inappropriate, o men che meno illecite, la fiducia già, a suo tempo, accordatami dai cittadini-elettori, in modo così rilevante e significativo».
Il sindaco, Donato Di Marcoberardino ha accettato le dimissioni, «rinnovando «la stima nei
confronti di Giancaterino. Giudico il suo gesto», ha detto il primo cittadino, «di grande responsabilità e correttezza istituzionale. Il Settore dell'Urbanistica continuerà il suo lavoro regolarmente, sempre nella massima correttezza e trasparenza, così come la Giunta comunale».
Per il momento la delega è tornata nelle mani del sindaco che ha annunciato un confronto con la maggioranza per decidere del prossimo futuro.
«Ai cittadini di Penne», ha chiuso il primo cittadino, «voglio trasmettere un messaggio di tranquillità e serenità, continuiamo il nostro lavoro con serietà e in linea con il nostro programma politico».

07/01/2009 11.08