D’Alfonso: «La consulenza di Chiodi all'Asl non servì a nulla»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3858

D’Alfonso: «La consulenza di Chiodi all'Asl non servì a nulla»
PESCARA. La consulenza all'Asl di Gianni Chiodi? Non servì a niente. IL SINDACO DI SAN VALENTINO:«D’ALFONSO DIFFONDE UN VERBALE NON VERITIERO»

Lo conferma oggi il sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso che è anche presidente del Comitato ristretto dei sindaci, organismo che ha competenze specifiche in materia di sanità nella provincia.
L'incarico tanto contestato di Gianni Chiodi, affidatogli nel 2004 dall'Asl di Pescara, ci fu.
Lo avevamo scritto nei giorni scorsi mostrando anche i documenti ufficiali. Il candidato presidente del Pdl nonostante le richieste pressanti non ha mai toccato l'argomento nei dettagli né fornito spiegazioni su altri incarichi simili.
Sempre nell'articolo dei giorni scorsi avevamo chiesto quale fosse stato il risultato conseguito dal lavoro condotto dall'ex sindaco di Teramo.
Cosa ne era scaturito, se la Asl era soddisfatta se insomma ne era valsa la pena e soprattutto la spesa.
Un professionista scelto per le sue indiscusse capacità aveva effettivamente traghettato l'azienda sanitaria locale verso l'organizzazione del budget razionalizzandolo?
A quelle domande risponde D'Alfonso a nome del comitato ristretto dei sindaci ed assicura: «la budgettizzazione ad oggi non è stata effettuata».
Quanto c'è di polemica politica? Di sicuro l'argomento è “appetitoso” per i suoi eventuali sviluppi ma il risultato deve comunque essere registrato perché proviene da un organismo che ha titolo e soprattutto ha canali “preferenziali” nello spulciare i documenti pubblici della Asl di Pescara che non ha mai brillato per trasparenza.
Eppure l'incarico al commercialista Chiodi pochi mesi prima di diventare sindaco venne dato «per motivi d'urgenza» proprio perché si arrivasse a formare professionisti capaci di realizzare la budgettizzazione. Cosa non ha funzionato?
Questo non si sa.
Di certo i 61 mila euro spesi per l'esperto teramano (non ancora sindaco) senza concorso pubblico non ha prodotto frutti, così come invece la Asl, presieduta dall'allora manager Angelo Cordone, auspicava.
«A questo punto», dice Luciano D'Alfonso presidente Comitato Ristretto dei sindaci Asl, «oltre a conoscere chi sono i dirigenti che quella consulenza ha formato e che tipo di lavoro hanno svolto fino ad oggi, come chiede Melilla nell'ultima presa di posizione sull'argomento, sarebbe interessante anche conoscere a chi è stata affidata la validazione e la valutazione di quel lavoro e dei suoi effetti e che criteri sono stati presi a riferimento, considerato che dopo 4 anni la budgettizzazione ritenuta necessaria all'epoca a tutt'oggi è ancora un risultato da raggiungere».
Ancora domande senza risposte a poche ore dal voto che dovrebbe segnare la svolta di questa regione che, invece, rimane sempre più impantanata in giochi di potere e bracci di ferro che nulla hanno a che fare con l'amministrazione della democrazia in nome del popolo.
11/12/2008 14.40

IL SINDACO DI SAN VALENTINO:«D'ALFONSO DIFFONDE UN VERBALE NON VERITIERO»

Si ingarbuglia sempre piùla questione della consulenza di Gianni Chiodi a testimoniare come sia un argomento centrale in questo finale di campagna elettorale.
A protestare per presunte scorrettezze è Angelo D'Ottavio, sindaco di San Valentino in Abruzzo Citeriore.
«Il verbale della conferenza dei Sindaci della Asl di Pescara dell' 8 settembre scorso, non corrisponde a quanto ci siamo detti in quella sede. Mi dispiace, dopo più di tre mesi di solleciti, dover rilevare che,
nonostante io avessi inviato, anche mezzo fax, oltre che sollecitato
più volte verbalmente il sindaco D'Alfonso, il verbale corretto e corrispondente alle mie dichiarazioni (inviato in copia anche agli altri colleghi), ad oggi non si sia ancora provveduto a correggere il documento ufficiale».
D'Ottavio precisa anche che lo stesso D'Alfonso ha inviato ai giornali «un verbale che non ho mai sottoscritto e che le ho anche contestato».
«Invito formalmente D'Alfonso a rettificare il verbale che ha inviato alla stampa e renderlo corrispondente alle mie dichiarazioni».

12/12/2008 9.34

D'ALFONSO:«MODIFICHE NON ESSENZIALI ED ININFLUENTI»

«In merito a quanto dichiarato dal sindaco di San Valentino circa il parere rilasciato sull'attività Asl dal Comitato Ristretto dei Sindaci Asl nella seduta dell'8 settembre scorso, si fa presente», ha replicato oggi lo stesso D'Alfonso, «che le integrazioni da lui richieste, non costituivano modifiche sostanziali rispetto al parere complessivo rilasciato dal Collegio. Inoltre, le integrazioni richieste non interessavano minimamente il passaggio inerente la budgettizzazione, (asse 32 lettera b), su cui anche lui si era detto perfettamente d'accordo».

12/12/2008 17.04



[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=18175]LA NOTIZIA DELL'INCARICO CONFERITO A CHIODI[/url]