«Il 60% dei negozi non mette i prezzi in vetrina»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

936

L'INDAGINE. PESCARA. Da una indagine effettuata dall'associazione dei consumatori Codici emerge che il 60 % dei negozi nel centro di Pescara ha almeno un bene in vetrina sprovvisto di indicazione del prezzo.
Il 35% omette completamente di indicare i prezzi in vetrina, solo il 5 % indica regolarmente i prezzi dei beni posti in vetrina.
La situazione peggiora se il rilievo viene effettuato all'interno del punto vendita. In questo caso i prezzi sono indicati solo dal 3% dei negozi presenti nel centro della città adriatica, il restante 77% non espone i prezzi.
L'analisi è stata effettuata domenica scorsa e subito dopo l'associazione ha segnalato alla Guardia di Finanza le omissioni rilevate. «Per legge», ha spiegato Domenico Pettinari, «chiunque viola le disposizioni è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 500 euro a 1.000 euro».
Codici ha stilato anche una relazione con i dati raccolti che poi verrà inoltrata all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e alle Autorità locali di Controllo (Polizia Municipale, Guardia di Finanza e Camera di Commercio).
«Le verifiche», racconta ancora Pettinari, «sono state effettuate anche presso i negozi ubicati all'interno dei Centri Commerciali. La situazione registrata qui e leggermente peggiore in quanto i titolari dei punti vendita non hanno minimamente mostrato la volontà di voler rimediare all'omissione inserendo i prezzi, atteggiamento, questo, che sta a testimoniare una percezione di impunità diffusa».
Codici lancia un appello ai sindaci e ai presidenti delle Camere di Commercio «affinché intraprendano tutte le iniziative opportune per arginare questo fenomeno allarmante per la collettività».

09/12/2008 16.21