E' polemica sull'istituzione dei Servizi alla persona

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

736

PESCARA. E' arrivata oggi in Commissione politiche sociali la delibera per l'Istituzione dei Servizi alla persona. Contestazioni dal Pdl: «andrà a stravolgere la gestione del settore sociale del Comune di Pescara».

Per la consigliera di centrodestra Nicoletta Verì si tratta «dell'ennesimo carrozzone della giunta D'Alfonso, ideato, progettato e confezionato per creare un nuovo Consiglio d'amministrazione, con relativi costi e incarichi, e per svuotare di ruoli e competenze l'assessorato alle politiche sociali».
Un 'carrozzone' che il Pdl boccia decisamente.
«Purtroppo – ha affermato la vicepresidente Verì – siamo di fronte all'ennesimo tentativo dell'amministrazione D'Alfonso di privatizzare settori della cosa pubblica fondamentali e molto delicati, proprio perché coinvolgono le fasce più deboli della popolazione».
Verì parla di «nuovo mostro» indicando la volontà di affidare la gestione delle politiche sociali a un ente esterno al Comune.
Una sorta di Azienda speciale, sulla scorta del precedente esperimento di Montesilvano, «con qualche leggera sfumatura di differenza», ha sottolineato Verì.
«L'Azienda speciale è un soggetto giuridico autonomo, con un proprio Statuto e regolamento; l'Istituzione non è un soggetto giuridico autonomo, è regolato dallo Statuto e dal Regolamento del Comune».
La prima conseguenza, come ha sottolineato la vicepresidente Verì, «sarà quella di svuotare praticamente di ruoli e funzioni l'assessorato alle politiche sociali, con il trasferimento del personale oggi addetto al settore all'interno dell'Istituzione, consentendo al nuovo Organismo anche di aprire la strada al reperimento di nuovo personale in caso di organico insufficiente. In altre parole la giunta D'Alfonso si prepara a mettere in piedi un nuovo 'carrozzone' utile per affidare incarichi, poltrone e creare l'illusione di nuovi posti di lavoro. Sulla carta – ha ancora proseguito la vicepresidente Verì – il nuovo Organismo avrebbe la funzione di migliorare i servizi oggi prestati dal settore delle politiche sociali; in pratica si andrà a privatizzare pericolosamente un settore attraverso una struttura che già altrove ha dimostrato di essere fallimentare».

09/12/2008 16.17