Aca: nuovi lavori, nuovo stop idrico

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

762

PESCARA. L'Aca S.p.A. di Pescara sospenderà, a partire dalle ore 20 di questa sera la normale erogazione idrica in alcune vie di Pescara sud. 3 mila le utenze che subiranno disagi. Ma l'ente assicura: «tutto sotto controllo».
L'ennesimo stop idrico permetterà alla ditta Cisaf di effettuare un
intervento di deviazione di un tratto della condotta idrica posizionata tra via della Bonifica e via Lago Isoletta.
Identici lavori erano stati effettuati poche settimane fa. Adesso bisogna di nuovo scavare, trivellare e soprattutto sospendere l'erogazione dell'acqua. Perché a quanto pare i lavori conclusi non sono stati sufficienti per risolvere il problema.
«L'impresa», ha spiegato il presidente dell'Aca Bruno Catena, «durante
la notte a cavallo tra lunedì 1 dicembre e martedì 2 dicembre, devierà
un tratto di condotta idrica posizionata all'incrocio tra via della
Bonifica e via Lago Isoletta per permettere il passaggio delle nuove
tubature fognarie. Subito dopo verrà realizzato un cavallotto in
acciaio del diametro di 30 centimetri che servirà per ricongiungere le
estremità della stessa condotta deviata».
Ma l'Aca, che non sa dire un orario preciso del ripristino dell'acqua
assicura che disagi potrebbero esserci solo nelle abitazioni prive di
autoclave, «mentre tutti gli altri utenti non subiranno alcun
disagio».
Le vie interessate saranno via Luigi Polacchi (e traverse), Villaggio
Alcyone e zona sud fino al confine con il comune di Francavilla al
Mare, via Lago Isoletta (parte a valle), via Nazionale Adriatica Sud,
zona Pineta (da via Luisa D'Annunzio verso sud), via Primovere (e
traverse), parte di via della Bonifica e il primo tratto di via Tirino
(e traverse).
Nel frattempo l'Aca S.p.A. ha predisposto autobotti e serbatoi per la
distribuzione di acqua potabile che verranno messi a disposizione dei
residenti in caso di necessità. Per qualsiasi informazione gli utenti
potranno rivolgersi al centralino dell'Aca: 085.41781.
«Spero che la Corte dei Conti intervenga a sanzionare ed avviare
procedimenti contro il Comune di Pescara», ha detto Luciano
Martocchia, «per quello che sta accadendo in via della Bonifica. Dopo
i lavori appena eseguiti lungo tutta la dorsale per la sistemazione
della rete fognaria con il rifacimento del manto stradale, adesso
ripartono nuovi scavi nello stesso percorso e riposizionamento in
opera di tubi , adducendo la motivazione che in precedenza non erano
stati completati e che c'erano stati errori e che i lavori non erano
stati ultimati. Chi paga questi errori?»

01/12/2008 8.38