Delocalizzazione antenne di San Silvestro: ieri l'incontro al Ministero

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

988

ROMA. Ieri mattina si è svolto a Roma l'incontro fra la delegazione del Comune di Pescara e il direttore Generale del Ministero delle Comunicazioni in merito alla delocalizzazione degli impianti di San Silvestro.
Insieme al sindaco Luciano D'Alfonso e all'assessore all'Ambiente
Antonio Blasioli, sono stati ricevuti dal direttore generale Francesco
Troisi, i legali del Comitato dei residenti di San Silvestro e due
rappresentanti dei cittadini, Carmela Albanese e Mariano D'Andrea.
«Il direttore generale Troisi – ha riferito l'assessore Blasioli al
termine dell'incontro – ci ha confermato che il Ministero è ben a
conoscenza di tutti gli atti finora prodotti, ovvero l'ordinanza del
sindaco per riportare le emissioni entro i limiti di legge, nonché
l'ordinanza firmata dal presidente della Giunta Regionale lo scorso 24
giugno in cui viene imposta la delocalizzazione e l'individuazione di
un sito alternativo a San Silvestro entro 180 giorni».
Dopo aver ascoltato sia la posizione del Comune che quella
dei cittadini, il dirigente ha fornito tutti i chiarimenti necessari
in merito alla procedura da seguire, alle varie fasi e ai soggetti che
dovranno avere parte attiva nella delocalizzazione.
Si è anche fatto il punto su situazioni analoghe a quella di San Silvestro a cui poter fare riferimento, come il procedimento di delocalizzazione che ha interessato il sito di Monte Mario e Monte Cavo nel Lazio.
Il sindaco ha ribadito l'intenzione ferma del Comune a
procedere con la delocalizzazione, dando la massima disponibilità
dell'ente per quanto di sua competenza verso le emittenti interessate
dalle ordinanze, questo sia per gli aspetti tecnico-legali connessi
allo spostamento, che in merito all'intermediazione necessaria per
ottenere al più presto la delocalizzazione degli impianti su un altro
sito e farlo in modo condiviso entro i termini previsti dall'ordinanza
regionale (180 giorni dall'emissione), quindi seguendo anche le
indicazioni che arrivano dagli interessati stessi circa altri siti
disponibili.
In questo caso, le società dei gestori dovranno chiedere
parere al Ministero circa l'idoneità radio-elettrico del sito proposto. Se tale indicazione dovesse mancare e con essa anche la richiesta del relativo parere, entro 180 giorni il Comune, ha assicurato Blasioli, «con l'ausilio del Ministero alle Comunicazioni, metterà in campo tutti gli atti di sua competenza per spostare definitivamente gli impianti dall'attuale sito di San Silvestro».


29/11/2008 9.34