Vasto, un nuovo dragaggio all'imboccatura del porto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

610

Vasto, un nuovo dragaggio all'imboccatura del porto
VASTO. Il Consiglio Comunale ha approvato all'unanimità un ordine del giorno che dà mandato al sindaco Luciano Lapenna di sollecitare la Regione Abruzzo per ulteriori lavori di dragaggio nel Porto di Vasto.
Si tratta di lavori che garantiranno la completa operatività del
bacino portuale vastese. Sempre all'unanimità è stato votato un
emendamento presentato dai consiglieri di minoranza con il quale si dà
mandato al primo cittadino di intervenire in sinergia con gli operatori economici per il reperimento di fondi necessari per il potenziamento della struttura portuale.
Il porto, dopo oltre dieci anni, è stato oggetto proprio lo scorso
anno di lavori di dragaggio riguardanti lo specchio interno del
bacino.
Ad oggi, però, l'imboccatura, non interessata dai lavori presenta la
necessità di interventi urgenti.
Eventuali finanziamenti consentirebbero non solo un migliore e più
sicuro ingresso nel bacino ma potrebbero essere utilizzati anche per
risolvere alcune criticità strutturali oltre ad aumentare il pescaggio.
Senza dimenticare che gli imminenti lavori di potenziamento della
banchina di levante potrebbero risultare una felice concomitanza per
un più ecologicamente compatibile utilizzo delle sabbie in esubero.
Le aziende operanti nel porto di Vasto, che è da ritenersi strategico
per i traffici delle zone industriali di Vasto, san Salvo, Val di
Sangro e Termoli, hanno più volte sollecitato la ripresa dei lavori di
dragaggio alla Regione Abruzzo, al Consorzio Industriale del Vastese
e a questo Comune. Nell'ultima amministrazione regionale erano stati
previsti 300.000 euro per migliorare la fruibilità del bacino portuale. Il provvedimento non è stato mai esaminato dalla Giunta Regionale.

27/11/2008 10.08