I ricatti sexy. Chiesti rinvii a giudizio per Barretta&Co.

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2511

PESCARA. Il pm del tribunale di Pescara, Gennaro Varone, ha chiesto il rinvio a giudizio per Ernano Barretta, 68 anni, il proprietario di una country house di Pescosansonesco, arrestato il 14 giugno scorso. * CLELIA BARRETTA A PDN: «VERITA' MANIPOLATA»
Se il processo ci sarà ora dovrà deciderlo il gip.
Secondo gli inquirenti Barretta, insieme all'amico Svizzero Helg Sgarbi, faceva parte di una organizzazione che agganciava le donne più ricche della Germania e poi le ricattava riuscendo a farsi consegnare alcuni milioni di euro.
La richiesta di rinvio a giudizio riguarda anche i due figli di Barretta, Marcello e Clelia (che ieri ha spiegato le sue ragioni e la sua versione dei fatti), la moglie Beatrice Batschelet e la moglie
di Helg Sgarbi, Gabriele Franzischa Sgarbi, e due lavoratrici della country house Prisca Furger e Sandra Fabbro.
Le due dipendenti sono accusate di aver accettato di farsi intestare un immobile a Torre de' Passeri
acquistato da Barretta con denaro provento dei reati contestati.
Secondo l'accusa Helg Sgarbi agganciava le donne mentre Barretta filmava i rapporti sessuali. La posizione di Sgarbi, attualmente in carcere in Germania, è stata stralciata perchè deve essere ancora
interrogato.
Tra le vittime più illustri, Susanne Klatten, erede della famiglia Quandt (Bmw): è stata proprio lei a denunciare il presunto sodalizio criminale.
Secondo gli inquirenti proprio grazie a questi ricatti milionari, ai quali le presunte vittime cedevano per non avere ripercussione nella propria vita personale, Barretta sarebbe riuscito a collezionare
«ingenti investimenti patrimoniali».
Una montagna di soldi e proprietà che se per la famiglia sono stati acquistati e accumulati prima dello scandalo e in modalità lecita per la procura non risultano poi così "puliti".
«Nel corso delle attuali indagini», dice l'accusa, «Barretta non ha saputo fornire una giustificazione valida sulla provenienza del capitale. Anzi ad onor del vero si è proprio dimostrata l'illecita provenienza del denaro raccolto, e non solo, ovvero che tutto il patrimonio immobiliare accumulato prima dei fatti-reato contestati in Germania, non ha alcuna rispondenza ad attività economiche
giustificabili in capo al Barretta».

Parte dei suoi attuali investimenti immobiliari sono concentrati a Sharm el Sheikh, dove Barretta andava spesso. «Inutile dire che la frequenza di questi viaggi non è certo dovuta a spirito di piacere»,
dicono gli inquirenti.
E quando i soldi non venivano investiti venivano quantomeno messi al riparo in Svizzera. Era proprio da lì, inoltre, che la famiglia "prelevava" per poi pagare spese importanti, come ad esempio il legale
elvetico. Le disposizioni partivano dall'Italia via sms e raggiungevano il telefono della sorella di Beatrice Barretta.

«Buongiorno, smack! Potresti preparare 12500 fr. ? Domani ti dico dove versarli. Un bacione», scrisse ad aprile 2008 Clelia.
L'utente svizzero, nel confermare la sua transazione, fa anche un riepilogo di quelle già fatte: «Ciao more, per acconto casa ho mandato a M. quasi tutto il rimanente e' sui 900 fr.(21-2.) ho
mandato 16.700 fr (26-2-24.560fr) poi 11-3 marcelln ha preso 4.000».
«La serie di messaggi intercettati», sostengono gli inquirenti, «evidenziano anche qui che una parte del flusso finanziario transita dalla Svizzera, pertanto non si esclude che il maltolto illegalmente
accumulato sia depositato proprio nelle banche di quelle località».

Portare i soldi all'estero, invece, non sempre sarebbe stato facile.
La parte più difficile era attraversare le barriere doganali aeroportuali. Il 20 aprile scorso, ad esempio, era tutto pronto per partire alla volta dell'Egitto ma Barretta non si imbarcò perché spaventato.

Marcello : Pronto?
Ernano : Pronto?
Marcello : si!
Ernano : Marcè?
Marcello : allora?
Ernano : ancora niente ci dobbiamo imbarcare
Marcello : ancora niente?.....ma stai in ritardo?
Ernano : eh...perchè...non lo so se......ci sto ripensando!
Marcello : eh?
Ernano : ci sto ripensando
Marcello : ah.. .
Ernano : si perchè...dopo ti spiego, meglio.....meglio lasciare
perdere Marcè!

Marcello : eh.. .
Ernano : si, si...cambiamo tutto....poi...tu stai a casa?
Marcello : mò sono sceso, proprio adesso
Ernano : eh...è più di no che di si
Marcello : ah..
Ernano : eh.. .
Marcello : vedi bene eh...
Ernano : come?
Marcello : vedi bene se orami stai là!
Ernano : no, no, non ..(inc.)..non va
Marcello : ah..
Ernano : faccio marcia indietro
Marcello : ok
Ernano : già avevo fatto tutto però non me ne frega niente, non me
ne frega niente...non va, non va.....(inc.)....abbiamo sbagliato
tutto, il motore quando è rotto è rotto, inutile che uno va a
riparà...va buono?

Marcello : va bene
Ernano : sta tranquillo tutto a posto...ciao...
Marcello : ci vediamo dopo allora ciao

Qualche giorno dopo però Barretta vuole comunque mettere al riparo il denaro. Parlando con un conoscente chiede aiuto per trasportare del capitale all'estero insieme ad altri amici.
Questi però non vengono messi a conoscenza della reale motivazione del viaggio, ma falsamente
gli viene detto di una necessità di dover esportare dei capitali all'estero «per conto di un amico».
Barretta spiegò bene le modalità di trasporto del denaro, sembra evidente che conosceva bene certi meccanismi:

«mi ha chiesto (l'amico, ndr) se io gli potevo fare questo favore li ...perchè non si possono portare i soldi in Egitto !!! ... possono passare fino alla fine di questo mese solo 12.500 euro ... non ti
possono dire niente ... capito ? ... a persona !!! ... allora lui mi ha detto ... l'unica cosa ... se tu mi paghi il viaggio ... ti ci vado io…!! ma però lui deve pagare 4-500 o 600mila...non mi ricordo ... ci
vorrebbe ... se andiamo la ... lui accetta ... cinque, sei ... vedi che ti ho detto andiamo... l'hotel e tutto, costerà mille euro a testa ... se andiamo in sei, in sette ... però portiamo quegli 80, 90mila
euro !!! ... giusto ?...se lui però è disposto a pagare ... se lui è disposto a pagare questi soldi !!! ... mille euro a testa ... perché si può andare ogni giorno ... sono tre viaggi che fa l'Alitalia,
AirOne e EgiptAir ... va e viene ... però costa soldi !!! ... poi non puoi andare oggi e venire domani mattina ..perchè non si può fare, perchè non ... l'Egitto non ammette queste ... devi stare minimo
ventiquattro ore ... noi stiamo la due giorni !!! ...per noi va bene...vediamo tutte le cose !!! ... portiamo ognuno di noi 13, 14mila !!! ... in taglio ... proprio normale così ... anche se fermano...dentro al portamonete !!! ... inc
...


27/11/2008 9.45