Agenzia della mobilità Chieti-Pescara, sì dal consiglio provinciale

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

725

PESCARA. Ok all'assistenza agli studenti sordi e ciechi. Slitta la nomina dei componenti il cda dell'Ente manifestazioni.

Un gruppo di lavoro si occuperà di controllare, studiare e programmare
la mobilità urbana dell'area integrata tra Chieti e Pescara (con un
raggio d'azione che abbraccerà il comprensorio tra Ortona-Scafa-Penne-Pineto) collaborando con altri enti presenti sul territorio.
L'istituzione del nuovo organismo è stata decisa, all'unanimità, nella
seduta di ieri mattina dell'assemblea presieduta da Filippo Pasquali.
Sono tre i componenti che ne fanno parte: Aurelio Giammorretti, che ne è coordinatore, ed Enzo Di Simone, entrambi consiglieri del Pd, per la maggioranza di centrosinistra; Nicola Ricotta del Pdl, per l'opposizione di centrodestra.
Il sì definitivo alla proposta, presentata in aula come primo firmatario da Giammorretti, è arrivato dopo l'approvazione dell'emendamento proposto da Di Simone stesso di inglobare nel servizio anche l'area Vestina di cui l'esponente del partito di Veltroni è espressione politica.
Con Giammorrretti, hanno sottoscritto la richiesta anche Silvio
Cardone (Idv), Alessandro di Bartolomeo (Udc), Giorgio De Luca (Ps),
Ricotta, Vincenzo Berghella, Vincenzo Ferrante, Piernicola Teodoro,
Mario Lattanzio (tutti del Pdl), Lorenzo Cesarone e Marinella Sclocco
(Pd).
Quanto agli altri punti all'ordine del giorno, è stato dato il via libera anche al programma per il 2009 di assistenza educativa agli studenti minorati della vista e dell'udito del Pescarese. L'"ok" è stato accordato a maggioranza, con la sola astensione di Teodoro e Berghella.
Il piano d'azione messo a punto dall'assessorato alla Tutela sociale
del cittadino guidato da Mauro Di Zio consentirà, attraverso l'importo
di 306mila euro (di cui 100mila provenienti da contributo regionale)
per 36 settimane a 41 studenti tra i 6 ed i 18 anni iscritti alle scuole elementari, medie e superiori del territorio, di essere seguiti a casa propria per sei ore settimanali con un programma di assistenza
domiciliare curata dalle delegazioni provinciali di Uic, l'unione italiana ciechi, dall'Afia, l'associazione delle famiglie ipoacusici abruzzesi, e dall'Ens, l'ente nazionale sordomuti.
E' invece slittata alla seduta di venerdì prossimo la nomina dei
cinque rappresentanti della Provincia per il consiglio d'amministrazione dell'Ente manifestazioni pescaresi per il triennio fino al 2010. La richiesta, votata all'unanimità, è stata avanzata da Renzo Gallerati, consigliere del Pd, per consentire l'analisi più attenta dei dodici curricula arrivati all'ente.

25/11/2008 9.48