Rotatorie via Paolucci, oggi il Pdl chiederà che vengano smantellate

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

805

PESCARA. Rotatorie: anche dopo le modifiche non vanno bene. Luigi Albore Mascia capogruppo del Pdl chiede «l'immediata modifica strutturale dei due rondò di via Paolucci».
Ma non solo, Mascia vorrebbe piazzare in zona anche la centralina
mobile dell'Arta per rilevare i livelli di inquinamento atmosferico
raggiunti nella zona del lungofiume Paolucci dopo i lavori stradali.
La centralina dovrebbe essere sistemata all'incrocio tra via Paolucci e via Gobetti «per almeno un mese».
Queste sono le richieste che oggi il Popolo della Libertà ribadirà nel
corso della Commissione consiliare Lavori pubblici convocata per
mezzogiorno, alla presenza dei residenti e commercianti.
«Se non riceveremo risposte concrete dalla giunta D'Alfonso», ha detto
Mascia, «scenderemo in piazza per manifestare pubblicamente la nostra protesta».
«I giorni passano, tra i mille disagi vissuti sulla propria pelle da
automobilisti, abitanti e operatori commerciali di via Gobetti e del
lungofiume Paolucci – ha ricordato il capogruppo del Pdl -. La nostra
attenzione sul problema non è però venuta meno: ogni giorno si
ripetono le stesse scene, con i lunghi incolonnamenti di auto in via
Gobetti, sul lungofiume, code che arrivano sino a Liberatoscioli
(verso ovest) e paralizzano anche la riviera a est. Code che inevitabilmente, specie nelle ore di punta, si allungano sino a piazza
Italia, rallentando il traffico in mezza città. Forse l'amministrazione comunale intende veramente scoraggiare gli automobilisti all'uso delle vetture private, ma intende farlo portando i cittadini all'esasperazione».
I due rondò, quindi, per l'opposizione, «vanno smantellati o, nell'ipotesi migliore, rivisti nelle loro dimensioni, vanno ridotti nel diametro, in modo da essere più adeguati alle reali dimensioni della carreggiata stradale che li ospita».
«Ci aspettiamo delle risposte e proposte concrete da parte della
giunta», ha chiuso Mascia, «non siamo disposti ad attendere oltre,
ossia i tre mesi chiesti dai progettisti per dare il tempo 'agli automobilisti di abituarsi alle due rotatorie'».

25/11/2008 9.29

 LA VIGNETTA DI GIO