In dono al Pnalm due cannocchiali per i turisti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

720

PESCASSEROLI. Oggi nella sede del Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, l’Urca Abruzzo (Unione cacciatori dell’Appennino) e la Swarovski Optik Italia doneranno all’ente gestore dell’area protetta due cannocchiali per l’osservazione faunistica.

Alla cerimonia, in programma alle 15, parteciperanno Domenico Montani, presidente regionale dell'Urca, Francesco Corrà, dell'azienda leader nella produzione di strumenti ottici di altissima precisione, Giuseppe Rossi e Vittorio Ducoli, rispettivamente presidente e direttore del Pnalm.
Ad utilizzare i due strumenti ottici saranno i turisti, sotto la supervisione del personale del Parco: l'obiettivo è ridurre il disturbo alla fauna selvatica, aumentando al contendo la sensibilità naturalistica dei visitatori, attraverso l'educazione ad fruizione del patrimonio verde sempre emotivamente appagante, ma eco-compatibile.
Del resto, la conservazione dell'ambiente è anche cultura, non solo gestione amministrativa.
Quella che sarà realizzata nel Pnalm grazie al prezioso dono di Urca e Swarovski è un'esperienza pilota in Italia.
Sul modello Parco nazionale svizzero, situato nel Cantone dei Grigioni, un progetto analogo è stato attivato nel Parco nazionale dello Stelvio, ma con ottiche fisse, che hanno mostrato due svantaggi: una visuale modesta a causa dei sistemi di protezione dagli agenti atmosferici e il rischio di furto. Le ottiche mobili non solo risolvono questi problemi, ma consentono anche maggiore libertà di spostamento agli osservatori, facilitando l'avvistamento degli animali dalle strade.
24/11/2008 10.35