Sos scuole a Montesilvano: dopo la pioggia scuola materna inagibile

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

753

MONTESILVANO. Le ingenti precipitazioni dello scorso weekend hanno reso inagibile per qualche giorno la scuola materna di Montesilvano Colle a causa delle infiltrazioni d’acqua. CACCAMO: «NON CONVOCO LE COMMISSIONI SOLO PER FAR GUADAGNARE IL GETTONE A QUALCUNO»


Un scuola da poco sistemata «ma non a regola d'arte poiché la coibentazione, che avrebbe dovuto garantire il lastrico solare dalle infiltrazioni di acqua piovana, non risulta essere stata posizionata in maniera uniforme», sostengono i consiglieri del Pd Adriano Chiulli e Feliciano D'Ignazio.
Il monito è rivolto al presidente della Commissione Lavori pubblici, Alfredo Caccamo, il quale secondo i consiglieri «ha dimostrato di avere a cuore esclusivamente le sorti di alcune strutture scolastiche» e responsabile di «non aver programmato nuove opere ed interventi idonei a rispondere alle esigenze di tutte le scuole della città che in molti casi versano in un asituazione veramente precaria».
Una commissione dei Lavori pubblici che non viene convocata da oltre due mesi per «mancanza di argomenti da portare all'ordine del giorno. Sembra inverosimile credere a ciò», continuano i due consiglieri, «poiché una città come Montesilvano, di quasi 50.000 abitanti, ha numerose problematiche da affrontare oltre a diverse proposte fattive che si potrebbero discutere su iniziativa dell'amministrazione al fine di garantire una migliore efficienza strutturale nella nostra città».
I consiglieri di minoranza rivendicano programmazioni ideate dalla vecchia amministrazione e messe in atto da quella attuale, lamentando «l'incapacità nella programmazione e conseguente realizzazione delle opere pubbliche. A distanza di oltre un anno e mezzo dal suo insediamento, si continuano ad approvare, realizzare ed inagurare, opere ideate e messe in cantiere dall'allora governo di centrosinistra. In tali personaggi non traspare nemmeno una punta di orgoglio che consenta loro di poter dire finalmente che una opera pubblica realizzata a Montesilvano sia opera loro e non indebitamente “sottratta” a chi l'aveva meritatamente ideata».
Come il trasferimento della direzione didattica in via Valle D'Aosta e il completamento dei lavori riguardanti l'opera programmata dalla precedente amministrazione di centrosinistra.
« E' evidente» continuano ironici Chiulli e D'Ignazio «che se non si riesce a costruire una piazza nuova per fare una inagurazione bisogna riciclare una piazza storica di Montesilvano Colle e cambiargli nome» .
Antonella Graziani
20/11/2008 10.19

CACCAMO: «NON CONVOCO LE COMMISSIONI SOLO PER FAR GUADAGNARE IL GETTONE A QUALCUNO»

«Non esistono scuole di serie A e di serie B, ho preso a cuore la
situazione di alcuni edifici scolastici, come il plesso di via Valle
d'Aosta, così come la media Silone e di via Olona, senza la volontà di
trascurane altri e mi sto interessando insieme ai tecnici comunali
della scuola materna dei Colli, chiusa solo a scopo precauzionale a
causa delle alluvioni». Questa la replica del presidente della Commissione dei Lavori Pubblici Alfredo Caccamo che respinge al
mittente le accuse mosse dal capogruppo del Pd Adriano Chiulli e dal
consigliere comunale Feliciano D'Ignazio.
«Non convoco commissioni – continua il presidente Caccamo – solo per
parlare di sterili argomenti, facendo guadagnare il gettone a qualcuno, se non ci sono delibere da portare in Consiglio Comunale.
Non ritengo di dover perdere del tempo per blaterare. Questa amministrazione realizza opere pubbliche con regolari bandi di gara e
se qualcuno ci accusa di andare a rilento è solo perché i lavori
vengono effettuati nel rispetto della normativa».
Nelle prossime settimane partiranno almeno venti cantieri: «sono
stati infatti firmati dei contratti con almeno dodici ditte e nell'ultima Giunta sono stati approvati due importanti delibere per la realizzazione di alloggi pubblici e per i lavori di ampliamento della scuola di Villa Verrocchio».