Lavori pubblici del Comune di Teramo… su strada privata

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

827

LA DENUNCIA. TERAMO. Il comune di Teramo avrebbe fatto lavori pubblici lungo una strada privata. A denunciarlo è il consigliere comunale del Pd Maurizio Verna che ha visto le carte dei lavori ma che adesso vorrebbe sapere a quanto ammonta la spesa sostenuta.
«Il 10 luglio scorso», racconta Verna, «nelle funzioni di consigliere comunale, ho chiesto informazioni scritte all'amministrazione comunale circa la proprietà più o meno pubblica di una strada in località Fiumicino di San Nicolò, che per mia conoscenza era ed è privata ma dove l'ex sindaco Chiodi ha installato alcuni mesi fa un impianto di illuminazione pubblica».
Dopo circa quattro mesi è arrivata la risposta scritta che ha confermato i dubbi: «mi hanno detto che quanto temevo: la strada non fa parte del patrimonio pubblico».
Questo, però, non avrebbe fermato l'amministrazione comunale a sostenere dei lavori: «Chiodi ha realizzato a spese di tutti i cittadini opere di urbanizzazione, in questo caso pali di illuminazione, su un'area privata e già questo è di una certa gravità».
Sulla questione poi ci sarebbe anche una sorta di giallo: «mi risulta», continua Verna, «che sulla stessa strada avrebbe interessi immobiliari e commerciali un ex consigliere comunale di maggioranza, pare tra i più in vista, tra i primi a difendere lo stesso Chiodi al minimo accenno di critica verso lo stesso».
Se questo fosse confermato, sostiene il consigliere del Pd, «sarebbe di una gravità inaudita, visto che l'ex sindaco Chiodi avrebbe speso soldi pubblici su una proprietà privata anche a vantaggio di un componente di quella maggioranza sbandierata come pilastro del fantomatico "modello Teramo"».
Ma non finisce qui, perché sempre stando al racconto di Verna «la stessa amministrazione comunale ha detto no all'installazione di pali di illuminazione pubblica su altre strade ed anche a richieste di vari cittadini abitanti in frazioni, completamente abbandonate dalla amministrazione di centrodestra».
Adesso il consigliere ha chiesto di conoscere «l'ammontare complessivo della somma spesa per i lavori interessati, la copia della richiesta protocollata, se esiste, da parte di chi ha fatto la richiesta per l'installazione dei pali di illuminazione e copie delle richieste non realizzate da parte dei cittadini e comitati nel periodo in cui ha amministrato l'ex sindaco Chiodi».
L'ex sindaco, oggi impegnato in campagna elettorale, ha detto di non sapere a cosa si riferisce il consigliere e lo ha invitato a denunciarlo alla Procura se ritiene che sia stato commesso un illecito.

20/11/2008 9.37