Approvata la variante al Prg di Bucchianico

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

757

BUCCHIANICO. Il Consiglio comunale, con un voto quasi unanime (due sole le astensioni), ha adottato la variante al Piano Regolatore Generale, dopo un lungo iter di riflessione ed approfondimento.
Tra i provvedimenti più importanti adottati all'interno del piano urbanistico, c'è la riduzione del 50% della superficie edificabile prevista dal Prg adottato dalla precedente giunta municipale, che indicava uno sviluppo del paese fino a 15 mila abitanti (oggi Bucchianico conta circa 5 mila abitanti), e la salvaguardia dei valori culturali e paesaggistici della zona (i fiumi Foro ed Alento, il sistema dei crinali, le Ripe dello Spagnolo).
«Abbiamo evitato – ha dichiarato l'assessore all'Urbanistica, Nilo Zappacosta – ulteriori speculazioni a danno della collettività: non abbiamo previsto espansioni in questa variante, ma riduzione delle cubature, senza però ostacolare le legittime esigenze delle famiglie bucchianichesi. Il nostro piano ha previsto il criterio fondamentale della sostenibilità economica, che esige che lo sviluppo edilizio vada di pari passo con la realizzazione delle infrastrutture primarie a beneficio dei cittadini. Inoltre, abbiamo previsto di procedere per comparti, strutturando le zone di espansione come aree omogenee che per essere realizzate avranno prioritariamente bisogno di strade ed aree verdi».
«La variante al Prg – ha aggiunto il sindaco, Mario Antonio Di Paolo – è stata adottata in accordo con il Sistema Urbanistico provinciale, ma soprattutto è stata condivisa con tutti i cittadini: i criteri di progettazione li abbiamo illustrati in un'assemblea popolare, ci siamo riuniti più volte con i consiglieri di minoranza per confrontarci con loro sulle scelte da fare e al momento dell'approvazione abbiamo inviato una lettera a tutti i cittadini per invitarli a prendere cognizione della variante, che è pubblicata integralmente sul nostro sito internet ed esprimere i propri pareri e le proprie osservazioni, che saranno attentamente valutate. In Comune i tecnici e l'assessore Zappacosta saranno sempre a disposizione per fornire chiarimenti: il nostro piano ha realizzato in pieno il principio della trasparenza amministrativa».

17/11/2008 14.30