Morto escursionista sul Corno Grande

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1758

TERAMO. Un altro incidente mortale per un escursionista: ieri Franco Varrassi, 50 anni di Colledara, professione geometra è morto dopo una caduta di 300 metri.
L'incidente è avvenuto intorno alle 15, nell'attraversare un tratto di neve resa dura dal gelo in prossimità della Conca degli Invalidi a
2800 mt di quota, sopra il Vallone dei Ginepri.
L'uomo stata rientrando da un'ascensione sul Corno Grande del Gran
Sasso d'Italia Varrassi era insieme ad un amico, quando all'improvviso ha perso l'equilibrio ed è caduto all'indietro, morendo sul colpo.
L'altro escursionista ha allertato subito il Soccorso Alpino di Teramo che è intervenuto con un elicottero intorno alle 16.
E' stato impossibile recuperare la salma a causa della nebbia e del buio ma da questa mattina sono ricominciate le operazioni di recupero.
Varrassi non era di certo un principiante o un turista della domenica: escursionista esperto la scorsa estate aveva partecipato insieme ad
altri sei esploratori abruzzesi e marchigiani alla spedizione 'Saxum 2008' in Groenlandia.
Dopo quell'esperienza era arrivata anche la medaglia d'argento del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ( guarda la lettera del presidente)
I ricercatori avevano vissuto un mese fra i ghiacci di Ammassalik.
Il 21 ottobre scorso aveva perso la vita sul Gran Sasso Riccardo De Arcangelis, docente universitario pescarese, a 2.300 metri nelle vicinanze delle 'Creste' di Corno Grande.

10/11/2008 9.39


(Franco Varrassi al centro)