Truffa degli specchietti rotti, trovati i due responsabili

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1553


ATRI. Nuova truffa ad anziani automobilisti con finte rotture di specchi retrovisori ma questa volta i responsabili sono stati presi.
Nei giorni scorsi si sono nuovamente verificati alcuni episodi di finti incidenti stradali in cui sono stati coinvolti anziani automobilisti.
La truffa è stata attuata con il noto sistema di simulazione di un incidente stradale, a seguito del quale i truffatori hanno richiesto il risarcimento immediato del costo dello specchietto retrovisore esterno del loro veicolo, in realtà già rotto.
Poche decine di euro che il malcapitato arriva a pagare subito, giusto per evitare le beghe con le assicurazioni o strascichi di altro tipo.
Gli Agenti della Polizia di Atri, dopo alcune denunce presentate da parte di anziani, hanno individuato gli autori. Si tratta di B.U. e B.S., padre e figlio, di 38 e 18 anni, entrambi di origine siciliana.
Dal momento che è possibile che i due siano entrati in azione in tutta la provincia con lo stesso trucchetto la polizia di Atri invita i cittadini che sono stati vittima del raggiro a presentarsi al commissariato per visionare la foto dei due per poterli così denunciare.

06/11/2008 9.16